rotate-mobile
Cronaca Mirandola / Via Marsala

Attacco incendiario e svastica sull'asfalto, intimidazione ad un negozio etnico

Un atto vandalico senza rivendicazione, ma corredato da una scritta "Andate via" e da una svastica. L'episodio si è verificato in centro a Mirandola e ha danneggiato la vetrina di una macelleria islamica gestita da cittadini stranieri. Ieri scritte contro gli immigrati anche a Carpi

La vetrina annerita dal fumo e una scritta con bomboletta spray bianca: “Andate via”, accompagnata dal disegno di una svastica. E' accaduto questa notte nel centro di Mirandola, dive si è verificato un vero e proprio atto intimidatorio nei confronti di un esercizio commerciale gestito da cittadini stranieri, all'angolo tra via Verdi e Via Marsala. A provocare l'esplosione accanto alla vetrina laterale della macelleria islamica in questione è stato quasi sicuramente un contenitore pieno di benzina, che fortunatamente non ha fatto gravi danni all'edificio, per altro appena ristrutturato dopo il sisma.

Un gesto scellerato per il quale non sono giunte rivendicazioni e che segue di qualche ora un'altra scritta contro gli immigrati, comparsa a Carpi sui muri dell'Autostazione: “Immigrati? In fondo al mare c'è ancora posto”. Una frase ingiuriosa che il Comune provvederà a cancellare a breve e che ha creato indignazione in città.

Mirandola, in questi giorni, è per altro teatro di scontro politico dopo la mancata concessione del suolo pubblico per un gazebo informativo a Forza Nuova da parte del primo cittadino Maino Benatti. Le diverse posizioni in campo hanno sicuramente creato tensioni, per quanto l'atto vandalico e minatorio non possa essere riconducibile a nessun soggetto preciso. Soltanto le indagini potranno chiarire i fatti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco incendiario e svastica sull'asfalto, intimidazione ad un negozio etnico

ModenaToday è in caricamento