Gravissimo infortunio in fabbrica, operaio ricoverato. E i colleghi scioperano

Un lavoratore della Titan di San Felice si trova all'Opsedale Maggiore di Bologna, dove l'eliambulanza lo ha trasportato con la massima priorità. Proteste sindacali nell'azienda

Grave infortunio sul lavoro stamattina intorno alle ore 11.15 all'azienda Titan di Finale Emilia dove un lavoratore del reparto saldatura è stato investito da un carrello elevatore. Sul luogo sono intervenuti da subito i sanitari del 118, che hanno richiesto l'intervento dell'eliambulanza, viste la gravità del trauma subito dal paziente.

L'uomo è stato trasportato con la massima urgenza all'ospedale Maggiore di Bologna, dove si trova ricoverato in prognosi riservata. L'operaio rischia di perdere il piede schiacciato dal carrello in transito, manovrato dall'addetto di una ditta esterna che si occupa di raccogliere gli scarti di lavorazione. Sul posto anche i Carabinieri per verificare le dinamiche dell’incidente. 

A fronte di questo infortunio, i colleghi di lavoro sono subito scesi in sciopero per un’ora e mezzo per evidenziare ancora una volta come, purtroppo, la sicurezza nei posti di lavoro non sia mai sufficiente. "Dopo questo ennesimo caso di infortunio - spiega la Fiom/Cgil - ribadiamo che gli interventi per la messa in sicurezza nei luoghi di lavoro siano considerati dalle imprese una priorità e un investimento, e non un costo aggiuntivo. 

Nel pomeriggio di oggi ci sarà un incontro tra i delegati sindacali e la direzione aziendale per tentare di far luce su questo drammatico episodio, ribadendo la necessità di interventi prioritari sulla sicurezza per far sì che questi tragici eventi non si ripetano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento