rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Incidenti stradali

Incidenti stradali, ecco la situazione comune per comune

Il lunedi la giornata con più sinistri, il mese di gennaio è quello in cui incidenti morti e feriti sono al minimo: tutti i dati Istati riportati dall'Automobil Club di Modena

Sono state rese note le tabelle complete riguardo ai dati degli incidenti nella provincia di Modena, dopo le statistiche generali, l'Aci Modena ha reso quelle specifiche a tutto il modenese. I dati del capoluogo dicono che con 184.663 abitanti e 146.935 mezzi circolanti si sono registrati 1362 incidenti con 13 morti e 1831 feriti.

Mentre i dati complessivi della provincia sono gravati, per incidenti e relativi esiti, anche dalla presenza di quello che può essere considerato un nodo autostradale tra più importanti e trafficati d’Italia tra A1 ed A22. Si tratta di 105 incidenti che hanno provocato 3 morti e 188 feriti. Se si paragonano tali dati con quello che è il traffico si tratta di una percentuale non impegnativa. Il comune della provincia in cui si registra la percentuale di morti più elevata è San Possidonio dove, in soli 28 incidenti, si sono registrati 4 morti e 34 feriti.

A seguire nell’ordine: Carpi con 403 incidenti, 6 morti e 514 feriti, Castelfranco 153 incidenti con 5 morti e 229 feriti, Mirandola che in 95 incidenti ha registrato 4 decessi e 138 feriti, Finale 38 incidenti con 3 morti e 47 feriti e Pavullo che in 45 incidenti conta 3 morti e 54 feriti. Due decessi a: Concordia  (26 incidenti), Nonantola (49 incidenti) e Vignola (101 incidenti). Gli altri decessi si sono registrati a: Bomporto, Campogalliano, Castelvetro , Formigine, Guiglia, Maranello, Medolla, San Cesario e Sassuolo.

Le strade considerate urbane e quelle che transitano, comunque, all’interno del centro abitato sono statisticamente le più pericolose: qui sono accentrati nel modenese 2476 dei 3286 incidenti totali, con 31 morti e 3212 feriti. Si tratta del 75,3% degli incidenti, con il 58,3% ed il 72,6% di morti e feriti. Abbastanza alto è anche il livello di mortalità sulle strade provinciali e statali, al di fuori dei centri abitati, con 15 decessi e 770 feriti in 520 incidenti. Le giornate nere per i decessi sono il lunedì, il sabato ed il martedì con 13,11 e 10 morti. Al sabato, invece, vi è il maggior numero di feriti, 702, seguiti dai 677 e 673 di lunedì e martedì. I pedoni coinvolti negli incidenti sono stati 246 con 8 decessi. In 117 casi il pedone è risultato solo vittima dell’incidente (4 decessi), in 113 è stato riconosciuto corresponsabile (3 decessi).

Le cause sono diverse, i casi di guida distratta sono stati 1035, causando 10 morti; il mancato rispetto della segnaletica sono stati 890 con 6 decessi e l’elevata velocità in 280 casi ha causato 11 morti. In percentuale l'alta velocità provoca più morti per incidente. Il maggior numero di incidenti, 324, è stato registrato nel mese di maggio con 6 decessi e 440 feriti. A seguire i 314 incidenti di settembre con 10 morti e 392 feriti.  Il mese di gennaio risulta il mese con meno incidenti, complice forse una riduzione del traffico ed una maggiore prudenza degli automobilisti per le condizioni meteo, si sono riscontrati solo 184 incidenti con 2 morti e 270 feriti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti stradali, ecco la situazione comune per comune

ModenaToday è in caricamento