Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà, 38

Il Prefetto rassicura i commercianti: “Maggior controllo del territorio”

L'incontro in Prefettura vede parole rassicuranti da parte di Michele Di Bari, che tranquillizza esercenti e artigiani garantendo più controlli, specialmente nella zona industriale Nord

Il prefetto di Modena Michele Di Bari ha risposto all'appello dei rappresentanti delle categorie commerciali del territorio Ascom-Confcommercio, Confesercenti, Lapam-Licom e Cna che, nei giorni scorsi, avevano segnalato una situazione di degrado nelle vie Jugoslavia e Brigatti, legata alla presenza di accampamenti di nomadi con conseguenti disagi da parte dei commercianti e degli operatori economici della zona. Di Bari, nel corso dell'incontro mattutino con i rappresentanti del commercio ha promesso un “controllo maggiore del territorio”.

Il prefetto ha precisato che “sin dai giorni scorsi, l'area è stata oggetto di rinnovata, maggiore attenzione da parte delle forze dell'ordine che hanno intensificato i servizi già sviluppati in passato”, svolgendo anche operazioni congiunte con la municipale. Di Bari ha poi assicurato che saranno svolti ulteriori servizi finalizzati a “dissuadere i frequentatori dal permanere nelle vie soggette alle situazioni lamentate”. Dalla Prefettura spiegano poi che l'incontro ha consentito di effettuare una valutazione sul tema sicurezza, anche in relazione a recenti episodi di rapina o di furto ai danni di negozi del centro e della periferia.

Il prefetto ha garantito che a questo tema è dedicata una “costante attenzione”, allo scopo di individuare le strategie più efficaci a contrastare il fenomeno che incide sulla tranquilla fruizione degli spazi urbani e delle libere attività dei residenti. Ora i commercianti, e non solo loro, attendono azioni concrete che mettano alla prova questo spirito rassicurante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Prefetto rassicura i commercianti: “Maggior controllo del territorio”

ModenaToday è in caricamento