menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altri 53 indagati fra i SI Cobas, annunciata una manifestazione nazionale a Modena

Il sindacato annuncia una mobilitazione, dopo che è stata notificata la chiusra delle indagini sui fatti davanti ai cancelli di Italpizza ad altri attivisti

Si aggrava ancora la posizione del sindacato SI Cobas e dei suoi iscritti a seguito dei disordini verificatisi dalla fine del 2018 all'estate del 2019 davanti allo stabilimento Italpizza di San Donnino. Nei giorni scorsi era stato chiesto il processo per ben 67 persone coinvolte negli scioperi e negli scontri: oggi il sindacato fa sapere che la Procura avrebbe notificato la chiusura delle indagini a carico di altri 53 attivisti, portando così il totale degli indagati a 120.

Ricordiamo che la magistratura ha ipotizzato i reati di lesioni personali, violenza privata, invasione di edifici e manifestazione non autorizzata, oltre ad altri aspetti penali legati sia agli scontri avvenuti in strada Gherbella e via Vignolese, sia a specifici episodi verificatisi all'interno dello stabilimento.

"Il numero di procedimenti penali per gli scioperi nel modenese supera così i 450, una cifra incredibile, senza paragoni in Italia, che mostra chiaramente la volontà di fermare le lotte operaie in un territorio dove istituzioni, malavita e affari sono talmente intrecciati da sembrare indistinguibili. È chiaro che a Modena sono in corso le prove generali di una repressione che poi verrà replicata nel resto del paese. Non possiamo permetterlo", attacca il sindacato.

SI Cobas ha quindi deciso di manifestare il proprio dissenso convocando una manifestazione nazionale per sabato 3 ottobre 2020 a Modena, che si prevede già una mobilitazione di notevoli dimensioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento