Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato per l'irruzione alla Cgil, Passaro verso l'interrogatorio del Gip

All'imprenditore di Castelfranco sono contestati i reati di istigazione a delinquere, devastazione e saccheggio

Domani mattina, giovedì 14 ottobre, sono previsti gli interrogatori di garanzia per alcuni dei protagonisti della protesta violenta sfociata nell'irruzione nella sede della Cgil a Roma, sabato scorso. Oltre ai leader di Forza Nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore, Luigi Aronica, ex Nar, e Pamela Testa, sarà sentito anche  Biagio Passaro, uno dei leader del gruppo 'Io apro

L'atto istruttorio, davanti al gip Annalisa Marzano, si svolgerà in videoconferenza dagli istituti penitenziari dove sono detenuti, Poggioreale e Rebibbia. Le accuse nei loro confronti sono istigazione a delinquere, devastazione e saccheggio.

Tra calcio e ristorazione, chi è Biagio Passaro arrestato per l'assalto alla sede della Cgil

Secondo i Pm durante l'irruzione romana sono stati utilizzati bastoni, spranghe di ferro e altri oggetti atti ad offendere. Nel capo di imputazione si afferma che i sei e altre persone non ancora identificate "in concorso tra loro" hanno "usato violenza e minaccia nei confronti di agenti di polizia di stato che stavamo svolgendo un atto del loro ufficio" in particolare alle forze dell'ordine che avevano "creato un cordone volto ad evitare azioni di violenza e posto anche a tutela del sindacato". I pm contestano l'aggravante di avere minacciato e aggredito "gli operanti in numero superiore a 5 persone nel corso delle manifestazione e commettendo il fatto con bastoni, spranghe di ferro e altri oggetti atti ad offendere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per l'irruzione alla Cgil, Passaro verso l'interrogatorio del Gip

ModenaToday è in caricamento