menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appennino, lavori da 430mila euro per l'emergenza idraulica

Difesa del suolo, dall'inizio dell'anno 34 interventi autorizzati dalla Regione per oltre 2 milioni di euro. In provincia di Modena due interventi di ripristino e due indagini sul rischio idrogeologico

La Regione Emilia-Romagna ha autorizzato, dall’inizio dell’anno ad oggi, una spesa di circa 2 milioni di euro per opere di contenimento frane, monitoraggio del dissesto idrogeologico, verifica e interventi su argini, sponde e sezioni idrauliche di alcuni fiumi, ripristino della viabilità. Si tratta sia dei lavori disposti dall’Agenzia regionale di Protezione civile per fronteggiare le conseguenze del maltempo che ha interessato la regione da fine dicembre 2013 ad oggi, sia di quelli richiesti dai Servizi tecnici di bacino per proseguire le opere già avviate in seguito all’ondata di maltempo della primavera scorsa.

“I nuovi interventi autorizzati - commenta l’assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo - dimostrano come sia costante l’impegno della Regione per garantire la sicurezza del territorio emiliano romagnolo di fronte ad eventi meteo e precipitazioni di particolare intensità e straordinarie. Tutto il personale regionale e l’Agenzia di protezione civile stanno presidiando il territorio e le nuove segnalazioni”.

In provincia di Modena sono stati predisposti quattro diversi interventi. Innanzitutto il ripristino, in seguito a eventi franosi, della strada comunale per Tagliole nel tratto Casa Galassini-Casa Micheletto (200 mila euro) in comune di Pievepelago e della strada comunale Fondovalle Dolo-Ceresola Frassinoro a Montefiorino (100 mila euro). A seguire il pronto intervento per la costruzione di una difesa spondale in sponda destra del rio Tagliole in località Ponte Modine nel comune di Pievepelago (70 mila euro). Due le indagini correlate ai pericoli portati dal maltempo: lavori urgenti di realizzazione di indagini geotecniche per la valutazione del rischio idrogeologico in località S. Giacomo nel comune di Montese e nel capoluogo del comune di Palagano (35 mila euro) e in località Le Fontane, frazione di Montecuccoli nel comune di Pavullo nel Frignano (25 mila euro).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento