rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Itinerari Modenesi | I 4 luoghi da visitare a Finale Emilia

Finale Emilia è da sempre terra di confine, sia tra le terre dei Gonzaga e quelle modenesi, ma anche tra quelle Estensi e quelle papali. Fu proprio Cesare d'Este scappando nel 1598 da Ferrara che si nascose inizialmente a Finale Emilia

Finale Emilia è da sempre terra di confine, sia tra le terre dei Gonzaga e quelle modenesi, ma anche tra quelle Estensi e quelle papali. Basti pensare che quando Cesare d'Este scappò nel 1598 da Ferrara conscio dell'arrivo del papa nella capitale del suo ducato, si nascose inizialmente a Finale Emilia. L'interessante città di Finale Emilia seppur in parte dismessa a causa del sisma è riuscita comunque a conservare il suo fascino. Ecco i 4 luoghi da visitare e vedere a Finale Emilia:

ROCCA ESTENSE. E' il luogo simbolo della città, situato in centro e conosciuto anche come Castello delle Rocche, ha origini molto antiche infatti risale al 1402 quando Bonifacio di Canossa decise di farlo edificare per proteggere i suoi confini orientali. Fu poi ampliato dagli estensi e ristrutturato da Bartolino da Novara.

TORRE DELL'OROLOGIO, IL SIMBOLO DEL SISMA. E' stata il simbolo del sisma nei media italiani la torre di Finale Emilia che nel 2013 avrebbe compiuto i suoi 800 anni. Nota come la Torre dei Modenesi, con le vignette del numero 31 della rivista Il Male di Vauro Senesi e Vincino, divenne la Torre del terremoto. 

PALAZZO COMUNALE. Edificato nel 1744 è il simbolo istituzionale per eccellenza della città e tutti lo ricordano per il suo grande orologio. Lì vicino è possibile vedere la statua di San Zenone e dallo stesso punto avrete una delle migliori prospettive sul centro della città di Finale Emilia. 

IL DUOMO. Dedicato ai santi Filippo e Giacomo, è stato edificato secondo l'asse est-ovest, come si costruivano le prime chiese cristiane. Una scelta che era in voga ai tempi dell'edificazione, ossia nel Quattrocento. E' interessante notare che la facciata è stata fatta in stile neo-classico da un finalese, ossia Cesare Rossi, nel 1807. Uno degli elementi più interessanti è la prima cappella a destra quando entrare in duomo che è stato realizzato nel Settecento in marmo veronese. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itinerari Modenesi | I 4 luoghi da visitare a Finale Emilia

ModenaToday è in caricamento