Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Itinerari Modenesi | Le 4 curiosità sul Castello dei Pio di Carpi

E' uno dei castelli più grandi della nostra Provincia e rappresenta una delle famiglie nobiliari modenesi più potenti durante il Medioevo e il Rinascimento. Si tratta del Castello dei Pio che si affaccia con la sua grandezza su Piazza Martiri a Carpi

foto di rete.comuni-italiani.it

E' uno dei castelli più grandi della nostra Provincia e rappresenta una delle famiglie nobiliari modenesi più potenti durante il Medioevo e il Rinascimento. Si tratta del Castello dei Pio che si affaccia con la sua grandezza su Piazza Martiri a Carpi. Ecco le 4 curiosità che non sapevate su questo castello:

TANTI STILI IN UN SOLO CASTELLO. Il castello non si presenta al pubblico in un'architettura omogenea, anzi è in realtà un complesso di più edifici risalenti ad epoche differenti che è stato integrato in un unico ampio spazio. Se da un lato è un'anomalia architettonica, dall'altro presenta al pubblico tanti stili differenti da ammirare nella loro unicità. Per esempio la torre centrale dell'Orologio risalente all'epoca Seicentesca ricorda quella del castello di Ferrara, mentre del torrione Gallasio Pio si vedono decorazioni e composizioni tipiche del Quattrocento, infine la Torre Ucellaria presenta una forma archiettonica tipica del Trecento. 

MUSEO DELLA XILOGRAFIA. Il castello oggi non è solo un edificio storico, ma anche un complesso museale. All'interno troviamo, tra i tanti, anche il Museo della Xilografia Italiana. E' poco noto ai più il fatto che l'inventore della tecnica artistica della xilografia fu Ugo da Carpi, ovviamente carpiano, e ovviamente geniale per aver introdotto l'artificio dell'incisione su legno per opere artistiche. 

I RECORD DEL CASTELLO. Tra i vari record numericamente calcolabili del castello vi sono i 30.000 libri conservati nella Biblioteca Comunale, e la presenza nella stesa di opere provenienti dalla Libreria dei Padri francescani. La struttura inoltre vanta ben 5 musei e tante altre sale adibite a laboratori didattici. Ultimo dato da record riguarda la massiccia compresenza di diverse strutture e stili nello stesso edificio, una caratteristica davvero unica non solo nel modenese, ma in tutto il territorio italiano, infatti se il suo edificio più antico risale al 1320 le sue decorazioni più recenti sono del 1874.

LA LEGGENDA DELLA DAMA BIANCA. Ultima curiosità riguarda una leggenda drammatica che ha visto protagonista proprio il Castello di Carpi. La storia vuole che  in epoche passate il castello ospitasse una bellissima dama, moglie di uno dei signori Pio che governava la città. Non si conosce il nome della donna, forse era Bianca ma non si è sicuri, tuttavia si sa che il marito era davvero crudele, rozzo e rude. Un guerriero che faceva sfoggio delle sue capacità belliche, ma poi chinava il capo davanti ai signori di Milano. L'uomo fu crudele che fece uccidere la moglie e la fece gettare da una finestra del castello, ma prima che ciò accadesse la donna gli lanciò una maledizione e queste ebbe successo, infatti l'uomo sarebbe morto in una prolungata agonia.“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itinerari Modenesi | Le 4 curiosità sul Castello dei Pio di Carpi

ModenaToday è in caricamento