menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di mapio.net

foto di mapio.net

Itinerari Modenesi | I 5 musei da non perdere nella bassa modenese

La bassa modenese è ricca di musei e testimonianze da non perdere col passare del tempo. Ecco i 5 musei che vi consigliamo di visitare

La nostra provincia è ricca di musei, alcuni più conosciuti altri molto meno. Una raccolta di tradizioni, inormazioni e risultati di secoli di ricerca e conservazione di oggetti e memorie che è importante tramandare di generazione in generazione. Ecco i 5 musei da non perdere della bassa modenese: 

MUSEO DEL MONUMENTO AL DEPORTATO (CARPI). Inaugurato nel 1973, si tratta della più importante testimonianza museale emiliana delle atroci operazioni naziste nei confronti dei deportati, che appunto passavano dal campo di smistamento di Fossoli, che si trova a 5 km da Carpi. Le teche contengono significativi reperti, oggetti e fotografie, senza però avere l'intezione di essere un raccoglitore primario di fonti, perché il fine è quello di far riflettetere il visitatore.  Informazioni: aperto tutti i Venerdì, sabato e festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, al costo di 3 euro. 

MUSEO DIOCESANO D'ARTE SACRA (CARPI). Si tratta di un percorso artistico che sviluppa nella chiesa e nelle due sacrestie, in un viaggio tra opere della città e quelle della diocesi, con arredi, argenterie, dipinti, incisioni, sculture, tessuti e scagliole che raccontano il Cinquecento carpigiano. Non solo, infatti sono tante anche le opere dell'Ottocento di Malatesta, Rossi, Forti e Lugli. Informazioni: purtroppo è chiuso a causa del terremoto del 2012.

MUSEO DELLA CIVILTA' CONTADINA (BASTIGLIA). E' un museo diverso dai più comuni, infatti ad essere conservati sono tutti quegli elementi rurali tipici della vita contadina dei nostri nonni e bisnonni. Un'importante testimonianza del modo di coltivare, di vivere a stretto contatto con la natura e di come si svolgeva la crescita a professionalizzazione dei contadini. Informazioni: per visitare il museo telefonare al seguente numero 059.800.912 / 914.

MUSEO DELLA BILANCIA (CAMPOGALLIANO). Per chi non lo sapesse a Campogalliano è presente il museo della bilancia più importante d'Italia. Il museo è molto interessante perché non si sofferma sulla bilancia in sè, ma ripercorre la storia dei pesi, la ricerca delle quantità e l'appropriarsi da parte dell'uomo del potere di pesare. Informazioni: aperto Sabato e festivi  dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00 e dalle 15.00 alle 18.30 durante l'ora solare, il costo è di 5 euro con riduzione a 2,50 euro.

MUSEI DEL PALAZZO PIO E DELLA CITTA' (CARPI). Sono situati nel prestigioso Palazzo dei Pio in Piazza Martiri a Carpi. Il complesso castellano del Quattrocento ha raccolto sia il Museo del Palazzo, che racconta attraverso i suoi appartamenti la vita della famiglia nobiliare dei Pio, che il Museo della Città che raccoglie le opere d'arte e di vita quotidiana carpigiane. Informazioni: aperto Venerdì, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, e dal martedì al giovedì, solo su richiesta dalle 10.00 alle 13.00, al costo intero di 5 euro e ridotto di 3 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento