rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Sassuolo

Editoria: Modena alla conquista del Lucca Comics 2011

Piccole e grandi realtà dell'editoria modenese tengono alto il blasone fumettistico locale nella massima manifestazione nazionale del settore: al centro dell'attenzione i sassolesi della Krakatoa Ink e il ventennale della Comix

Si è conclusa ieri la più importante rassegna italiana di fumetti, animazione e giochi: il Lucca Comics and Games 2011 ha battuto ogni record registrando in cinque giorni di manifestazione ben 155mila presenze, ponendo la kermesse toscana al terzo posto a livello mondiale dopo il salone di Tokyo e Angoulême, distanziando la controparte americana di San Diego. Varcato l'Appennino, la piccola e grande editoria modenese ha raccolto applausi a scena aperta.

KRAKATOA - A Sassuolo le loro opere cinematografiche sono note da anni, ma al Lucca Comics 2011 hanno ricevuto la definitiva consacrazione per meriti fumettistici: stiamo parlando della Krakatoa Inkorporescion, un gruppo di giovani sassolesi amanti del cinema di culto (dal western al trash, passando per l'horror) già noto nella scena underground con corti e mediometraggi interamente autoprodotti: "Suisaid: chi accoppa un amico trova un tesoro", "Z-Movie", "Ai confini della fandonia: l'uomo che flagellò l'intelletto" e "Alkolic Holocaust" sono le opere di maggiore interesse a cui si sommano diversi cortometraggi, alcuni dei quali reperibili su youtube, come "Hot dog", "Per un pugno di schiaffi", il sequel "Per qualche schiaffone in più" e "Il dente del giudizio universale". Oltre ai dvd delle "pietre miliari" del gruppo sassolese, ecco il debutto al Lucca Comics del fumetto "Carogne", trasposizione in balloon e vignette di una sceneggiatura cinematografica datata 1998 tutta a base di zombi. Realizzata a fine 2010 da Dagoberto Brasile, Camme Fantaman e Pepito Federstone, l'opera si presenta come un'aggressione di colori fatta di scene mostruose dove il comico si sposa con lo splatter dei B-Movie d'annata: protagonista della vicenda, una gang (soprannominata per l'appunto le "Carogne") che cerca di sopravvivere, con risultati alterni e grotteschi, in questo scenario post-apocalittico dove l'unica moneta circolante è quella delle pallottole. Il risultato finale è coinvolgente e lascia intravedere la speranza di un ritorno dello script alla sua destinazione originaria: il grande schermo. Budget permettendo, ovviamente.

Il fumetto modenese al Lucca Comics

PANINI & PANINI - Separate da destini diversi, unite da un cognome pesante: la Panini Comics ha monopolizzato la scena del padiglione in piazza San Michele con i personaggi Marvel, mentre la Franco Cosimo Panini Editore ha celebrato il ventennale del marchio Comix con le strip di Andrea Barattin e Lele Corvi, più il fascicolo Comix X distribuito esclusivamente al Lucca Comics. Era infatti il lontano 7 marzo 1992 quando in edicola uscì per la prima volta "Comix - il giornale dei fumetti": diretto dai modenesissimi Beppe Cottafavi e Guido de Maria, si presentava ogni settimana con strisce umoristiche, scritti satirici e aforismi di comici e autori che poi avrebbero spiccato il volo verso la celebrità: Daniele Luttazzi, Natalino Balasso, Fabio Fazio, Paolo Hendel e i comici Aldo, Giovanni e Giacomo solamente per citarne alcuni. Cessate le pubblicazioni nel 1997, il marchio avrebbe continuato ad esistere grazie alle agende scolastiche. La Panini Comics, oltre a portare i supereroi americani della Marvel e dei manga giapponesi, ha dato spazio anche al fumetto nostrano organizzando "meet and greet" con Roberto Totaro, autore di Nirvana, e i PaGuri, al secolo Emilio Pagani e Daniele Caluri, vere celebrità in terra toscana grazie al loro sodalizio con lo storico mensile satirico "Il Vernacoliere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Editoria: Modena alla conquista del Lucca Comics 2011

ModenaToday è in caricamento