Salse di Nirano, accordo di studio e tutela tra Comune e Università

Le salse di Nirano, importantissimo fenomeno geologico del comune in provincia di Modena, andranno sotto la lente di ingrandimento del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell'Università di Modena, che fornirà rapporti sul funzionamento di tale fenomeno al fine di renderlo più sicuro e migliorarne la fruibilità da parte dei turisti (già ora più di 70.000 all'anno)

La Salse di Nirano vanno studiate e messe in sicurezza, perché possano essere oggetto di visite sicure anche negli anni a venire. Anche se sembra inappropriato, il termine Salse, o Barboi, indica un fenomeno geologico che determina le eruzioni di piccoli vulcani di fango freddo. Ciò che ha determinato tale fenomeno è la risalita in superficie di acqua salata, da ricondurre alla presenza nella Pianura Padana del mare.

Le Salse di Nirano, in particolare, sono visitate ogni anno da 70.000 persone e tutelano il più importante fenomeno dei vulcani di fango in Emilia Romagna, per sviluppo areale e stato di  conservazione delle forme, e tra i meglio conservati in Europa; per questo il campo delle Salse di Nirano è diventata la prima Riserva Naturale individuata in Regione Emilia Romagna nel 1982, riconosciuta nel 2004 dalla Commissione Europea come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) per la presenza di habitat e specie animali prioritarie e da proteggere in quanto uniche e fautrici di una biodiversità specifica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il loro studio è stato siglato un accordo tra il comune di Fiorano Modenese e l’Università di Modena e Reggio Emilia. Il gruppo di studio composto dal Prof. Doriano Castaldini e dalla Prof.ssa Paola Coratza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche; dal Prof. Dario Albarello dell’Università di Siena, Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente; dalla Dr.ssa Maria Teresa De Nardo e dal Dr. Stefano Segadelli della Regione Emilia Romagna, Servizio geologico, sismico e dei suoli;  dalla Dr.ssa Alessandra Sciarra e dal Dr. Francesco Italiano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; dal Dr Giovanni . Martinelli di Arpa Emilia Romagna, Sezione di Reggio Emilia, avrà come obiettivo la definizione di un quadro conoscitivo, utile all’adozione da parte dell’Amministrazione Comunale di Fiorano Modenese di scelte finalizzate alla fruizione in sicurezza della zona integrale della Riserva Naturale delle Salse, di strategie di tutela, di informazioni da proporre anche per la valorizzazione del sistema d’area dei Vulcani di Fango Emiliani, creando una sinergia di indagine tra soggetti scientifici differenti con alte competenze in materie di indagine diverse al fine di definire un quadro conoscitivo per l’adozione, da parte dell’Amministrazione, di misure di salvaguardia della sicurezza dei fruitori e visitatori della Riserva.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Positivi di nuovo in crescita, l'Ausl si prepara all'inverno e ammonisce: "Rispettate le regole"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento