Sorpresi dai residenti in piena notte, due ladri d'auto in manette

In pieno centro storico due stranieri sono stati visti e poi bloccati dall'intervento della Polizia. Si nascondevano dentro un furgone che avevano scassinato per rubare l'autoradio. Sono due individui molto noti nel “settore”

Giovani, stranieri e legati da un'amicizia anche più forte della legge. É la storia di due ventenni marocchini, residenti a Guastalla l'uno e a Suzzara l'altro, ma così uniti da compiere una serie di crimini sempre rigorosamente in coppia. I due nordafricani sono già stati pizzicati e denunciati in passato a Mantova, a Reggio e anche dalla PolFer di Parma. Il motivo sempre quello: furto, commesso sempre in concorso tra di loro. 

Nel loro tour predatorio, i due hanno deciso di fare tappa anche a Modena nella giornata di ieri, per poi trattenersi anche nella giornata di oggi – forse in maniera imprevista – presso il carcere di Sant'Anna. I giovani sono infatti stati arrestati dagli agenti della Volante, per l'ennesimo furto compiuto su automobili in sosta.

I fatti risalgono alle ore 3 della notte appena trascorsa, quando un residente di passaggio in via Sant'Orsola ha notato due individui sospetti e ha chiamato le forze dell'ordine. Effettivamente i malviventi in questione avevano tentato di forzare con un paio di forbici le portiere di alcune macchine, riuscendo a salire a bordo di un furgone Fiat Ducato. Proprio qui sono stati individuato dagli agenti, mentre si erano nascosti tra i sedili posteriori per cercare di mimetizzarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due avevano smontato la plancia del cruscotto per cercare di rubare l'autoradio e si erano già impadroniti di due paia di occhiali trovati a bordo e poi riconosciuti dal proprietario del mezzo, avvisato dalla Polizia. In attesa di giudizio, non è dato sapere se gli amici hanno condiviso la cella o se sono stati tristemente separati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento