Lancia il monopattino contro i Carabinieri per cercare la fuga, arrestato

Uno straniero con precedenti per droga ha cercato con ogni mezzo di evitare un controllo nei pressi del cavalcavia Mazzoni

Nel pomeriggio di ieri, verso le 15, i Carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Modena hanno tratto in arresto un giovane di origini nigeriane, accusato di resistenza e lesioni personali. Il giovane, già ampiamente noto ai militari per i suoi precedenti in tema di stupefacenti, si trovava in viale Mazzoni, nei pressi del cavalcavia ben noto per essere crocevia dei pusher che agiscono tra la stazione e viale Gramsci.

Alla vista degli uomini dell'Arma il giovane straniero ha cercato la fuga e per farlo ha gettato il monopattino elettrico su cui si trovava contro i militari, scappando quindi a piedi. Bloccarlo non è stato impresa facile ed è nata una colluttazione violenta, che si è però conclusa con l'arresto.

Lo straniero è stato fatto salire in auto e portato presso il Comando Provinciale, dove è rimasto tutta la notte in attesa del processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento