Giornalista e residente presi a sassate durante un sopralluogo in viale Gramsci

Un gruppetto di stranieri ha tirato pietre all'indirizzo del collegga Gianni Galeotti (La Pressa/TvQui) che stava effettuando riprese video insieme ad un residente del viale

Insulti e lancio di sassi, per altro ripresi con il telefonino. E' stato questo il "comitato di benvenuto" che ha accolto ieri sera un giornalista modenese e un residente di viale Gramsci durante un sopralluogo per un servizio televisivo. E' accaduto intorno alle 21.40 nella parte iniziale del viale, dove Gianni Galeotti - cronista inviato di TvQui e del quotidiano online La Pressa - si era recato in compagnia di un residente per un servizio televisivo.

Scopo dell'attività giornalistica era mostrare e documentare le scelte di alcuni condomini della zona, che hanno deciso di alzare alcune reti sopra le recinzioni esistenti per ovviare al fatto che molto spesso diverse persone estranee sono soliti scavalcare e attraversare i cortili privati. Proprio mentre Galeotti stava effettuando riprese video, prima lungo il viale poi in un cortile, un gruppetto di 4 o 5 uomini di colore che stazionava nei pressi delle "famose" panchine utilizzate dagli spacciatori ha iniziato ad insultarlo.

Gli stranieri, infastiditi dalla presenza della telecamera, hanno poi ben pensato di entrare a loro volta nell'area condominiale e di lanciare alcuni sassi all'indirizzo dei due, deridendoli e riprendendo a loro volta la scena con il telefonino. Le pietre non hanno colpito nessun bersaglio, fortunatamente, e la disputa si è conclusa autonomamente senza ulteriori conseguenze.

Sul posto sono stati chiamati ad intervenire i Carabinieri, ma all'arrivo della pattuglia gli stranieri si erano già allontanati in direzione del complesso RNord.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Coronavirus, rallentano i numeri. A Modena contagi dimezzati rispetto a ieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento