rotate-mobile
Cronaca

Lavoratori clandestini e in nero, sanzioni per un negozio e un bar di Modena

I controlli hanno fatto emergere gravi irregolarità sul fronte del personale, oltre a diverse carenze sotto il profilo amministrativo

Nel primo pomeriggio di giovedì scorso, 10 agosto, la Squadra Amministrativa della Questura e il personale del Settore Commercio della Polizia Locale di Modena hanno eseguito controlli mirati in due esercizi pubblici, già finiti sotto la lente di ingrandimento delle forze del'ordine. Si tratta di un negozio del centro storico e di un bar in zona San Faustino.

Presso l’attività del centro sono state rilevate gravi irregolarità in materia di impiego di lavoratori, risultati per altro stranieri privi di permesso di soggiorno. All’interno del locale, infatti, due dei tre dipendenti, sprovvisti di documenti di riconoscimento, sono stati accompagnati in Questura: l'Ufficio Immigrazione ne sta vagliando la posizione al fine di predisporre le pratiche per la loro espulsione.

Il titolare è stato segnalato al Garante della privacy e all’Ispettorato del lavoro in quanto nel locale erano presenti telecamere che inquadravano i lavoratori; allo stesso sono state, infine, contestate violazioni amministrative per mancanza del responsabile tecnico appositamente designato, violazione di norme igieniche e presenza di vetrofanie pubblicitarie senza autorizzazione.

Per quanto riguarda l’altro esercizio pubblico, un bar in zona San Faustino, il titolare è stato sanzionato amministrativamente per mancanza del delegato alla somministrazione, presenza di insegna senza relativa autorizzazione, mancanza del cartello indicante il divieto di vendita di alcool ai minori. Lo stesso è stato segnalato anche al Nucleo Antievasione Tributi per la presenza di una lavoratrice priva di regolare contratto di lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori clandestini e in nero, sanzioni per un negozio e un bar di Modena

ModenaToday è in caricamento