Nuovo tratto per completare la Pedemontana, partono i lavori a Castelvetro

Ruspe al lavor per circa un anno tra Cà di Sola a Sant'Eusebio, costo oltre 9 milioni di euro

A Castelvetro sono partiti i lavori della Provincia per il prolungamento della nuova Pedemontana,  nel tratto lungo oltre un chilometro e 800 metri tra la provinciale 17 a Cà di Sola fino alla rotatoria di S.Eusebio, un'opera che ha un costo di nove milioni e 200 mila euro messi a disposizione dalla Regione Emilia Romagna.

In occasione dell'avvio dei lavori il presidente della Provincia Gian Domenico Tomei, il sindaco di Castelvetro Fabio Franceschini hanno effettuato un sopralluogo nel cantiere a Cà di Sola allestito in questi giorni dall'impresa costruttrice composta dalle ditte Iembo Michele e Micheli Primo di Parma; hanno partecipato anche i tecnici e il responsabile dell'area Lavori pubblici della Provincia Alessandro Manni.
Presentando i lavori, il presidente Tomei ha parlato di «un ulteriore passo avanti verso il  completamento di un'opera che rappresenta per la Provincia una priorità assoluta. Dopo questo tratto resta da realizzare quello da Cà di Sola a Solignano che è già stato finanziato e siamo a buon punto anche con il progetto. L'obiettivo è di completare la nuova Pedemontana entro il 2023.   Con questa nuova opera tutta l'area, a partire dal distretto ceramico fino al confine con Bologna, ne trarrà un grande beneficio, in termini di sicurezza, scorrevolezza e miglioramento ambientale». 

La nuova Pedemontana, collegandosi con la nuova Bazzanese, favorirà la mobilità anche con il casello Valsamoggia e insieme a bretella Campogalliano-Sassuolo e Cispadana, «è destinata - ha aggiunto Tomei a rivoluzionare la mobilità provinciale aumentando la competitività di tutto il sistema economico».

Il sindaco Franceschini, dopo aver sottolineato il contributo del Comune a risolvere tutte le questioni legate al tracciato, ha espresso la propria soddisfazione  ricordando «l’impegno dell'amministrazione per accelerare l'avvio dei lavori. La nuova Pedemontana, una volta completata, permetterà ai nostri centri abitati di sgravarsi di una gran parte di traffico, soprattutto pesante, e alle nostre imprese di sfruttare collegamenti più rapidi con Bologna e le maggiori vie di comunicazione».

Un ponte, tre sottopassi e due rotatorie

Il nuovo tracciato della Pedemontana, lungo oltre un chilometro e 800 metri, parte dalla rotatoria vicino alla frazione di S. Eusebio di Spilamberto, dove ora termina l'arteria, per arrivare sulla strada provinciale 17 a Cà di Sola, nel comune di Castelvetro; la carreggiata sarà a due corsie con banchine laterali, per una larghezza di 10,50 metri. 

Nel progetto sono previsti un ponte sul torrente Guerro, lungo quasi 40 metri e largo 11,20 metri, due rotatorie, agli incroci con la provinciale 17 e con via Belvedere, dove è previsto un sottopasso per la ciclabile, oltre a due sottopassi agricoli. 
Nelle opere complementari sono previsti anche oltre 300 metri di barriere e oltre 160 metri di dune antirumore.    

I lavori dureranno circa un anno; per completare tutta la nuova Pedemontana occorre realizzare i restanti tre chilometri (dalla provinciale 17 a via Montanara) già finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 (costo 12 milioni di euro) per i quali è in fase avanzata la progettazione da parte della Provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento