rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca Crocetta / Tangenziale Nord Giosuè Carducci

Tangenziali Modena, a ottobre il ripristino dei tratti comunali

L'assessore Marino ha risposto all'interrogazione della consigliera Urbelli (Pd): "Quelli provinciali sono stati risanati in agosto, mentre Anas è in attesa di fondi"

Entro il mese di ottobre verranno eseguiti interventi di ripristino dell’asfalto ammalorato sui tratti di competenza comunale della tangenziale, cioè Carducci, Pasternak, Mistral e un breve tratto di Nuova Estense, oltre ad alcune rampe e raccordi. Lo ha annunciato l’assessore ai Lavori pubblici Antonino Marino nella seduta del Consiglio comunale di oggi, giovedì 19 settembre, rispondendo all’interrogazione di Giuliana Urbelli (Pd) sullo stato di deterioramento dell’anello stradale.

La consigliera ha evidenziato che la situazione del manto stradale “è particolarmente grave nel tratto che congiunge l’uscita dell’autostrada con la frazione di Baggiovara, fino al tratto di competenza dei Comuni di Formigine e Fiorano” e ha ricordato che per ridurre i rischi per i veicoli in transito “sono stati ridotti i limiti di velocità, peraltro non rispettati in particolare dai mezzi pesanti”. Urbelli ha quindi chiesto all’Amministrazione se intende provvedere al ripristino “esercitando pressioni su Anas e sugli altri enti competenti per le tratte in questione” e “se oltre ai limiti di velocità non si intenda introdurre il divieto di sorpasso per i mezzi pesanti fino al ripristino del manto stradale, impegnandosi a farlo rispettare per tutelare concretamente la sicurezza del tratto”.

“Lo stato di ammaloramento della tangenziale è noto, il Comune ha però competenza solo per circa un 10 per cento della tangenziale – ha spiegato Marino – mentre la parte restante è di competenza di Anas e della Provincia di Modena. Quest’ultima ha già proceduto nel mese di agosto al risanamento dei tratti di propria competenza, mentre Anas, che è stata contattata dal settore Manutenzione, logistica e traffico per sollecitare l’intervento, si è purtroppo detta in attesa di finanziamenti per ora non disponibili”. L’assessore ha spiegato che “il Codice della strada prevede la possibilità di modificare il limite di velocità in base allo stato del manto stradale, così da avvisare gli utenti di eventuali dissesti. Nel tratto segnalato – ha aggiunto – non essendo di competenza del Comune, non siamo però autorizzati a vietare il sorpasso dei mezzi pesanti”.

Sergio Celloni di Mpa, chiedendo la trasformazione in interpellanza, ha lamentato “l’incapacità dell’Amministrazione comunale di far valere la propria competenza sui tratti della tangenziale: o riusciamo a far valere la nostra competenza – ha detto - o ci terremo una tengenziale in pessime condizioni piena di buche e costellata da cartelli stradali che limitano la velocità in modo altalenante, privando i cittadini e le imprese di un servizio adeguato e aumentando i costi”. In sede di replica, la consigliera Giuliana Urbelli, ringraziando l’assessore e sottolineando di capire la difficoltà a rendere conto di una realtà su cui hanno competenza tre enti, ha posto l’attenzione soprattutto sulla necessità di migliorare la sicurezza stradale augurandosi che “non avvengano più incidenti legati allo stato del manto stradale. Ciò che auspico – ha aggiunto – è un sempre maggiore coordinamento dell’Amministrazione comunale con la Provincia e nel rivendicare presso Anas il diritto ad avere le strade più sicure”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenziali Modena, a ottobre il ripristino dei tratti comunali

ModenaToday è in caricamento