Colpito con una mazza da baseball, "Aggressore libero, ho paura per la mia famiglia"

La lettera del modenese ferito gravemente alla testa il 1 ottobre scorso da un suo conoscente nella zona di Largo San Francesco

Qualche giorno fa un cittadino modenese è stato vittima di un'aggressione violenta in largo San Francesco, proprio nei pressi del chiosco che in questo periodo dell'anno vende castagne. Verso le 17.30 era stato raggiunto e colpito alla testa con una mazza da baseball da parte di una suo conoscente, con il quale in passato aveva avuto dissidi.

Il ferito era stato poi portato in ospedale grazie all'intervento del 118 e dimesso con una prognosi di 30 giorni, mentre la Polizia di Stato aveva avviato le indagini e rinrtacciato di lì a poco l'aggressore.

Oggi, a qualche giorno di distanza dai fatti, la vittima dell'aggressione ci ha scritto spiegando l'accaduto e le proprie preoccupazioni: "Prima avevo notato passare il soggetto verso le 17.30: è una persona che conoscevo, ma non temevo per nessun tipo di motivo. Dopo una mezz'ora buona si ripresentava con una mazza da baseball fracassandomi la testa alle spalle e spaccandomi un dito. Dopo tutto questo ha continuato a inveire su di me dicendomi "ti ammazzo a te e tutta la tua famiglia". Adesso io ho paura per me, per le mie figlie, per mia moglie, perché non possono più girare tranquille a Modena".

La vittima spiega infatti che il suo aggressore è a piede libero: "E' una persona libera di fare di nuovo quello che ha fatto, perché i nostri giudici l'hanno messo in libertà. Essendo anche un pregiudicato, è una persona non stabile di mente: io chiedo alle istituzioni che venga messo in galera, perché è un soggetto pericoloso per la società, sperando che nel frattempo non commetta un altro reato del genere perché la colpa sarebbe tutto del pm che la messo fuori". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiedo che venga pubblicata questa lettera allo solo scopo che la persona venga punita per quello che ha fatto e non per inveire contro i giudici o contro le istituzioni. Sperando di salvare qualche altra persona e che non si ripeta questa cosa", aggiunge il cittadino aggredito.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Test sierologici gratuiti in farmacia, è necessario prenotare

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento