rotate-mobile
Cronaca

Morte di Urano Borelli, una lettera di ringraziamento dai figli

Ariele, Tanya ed Heron inviano un messaggio a tutti coloro che hanno dimostrato vicinanza e cordoglio dopo la scomparsa del padre, noto musicista dell'era beat e poi dirigente sindacale. Ecco il testo integrale:

Vorremmo ringraziare tutte le persone che ci hanno scritto, telefonato e che ci sono state vicine in questo triste momento. Vorremmo  anche ringraziare per i messaggi di grande stima che sono arrivati in questi giorni. Sapevamo che era una persona, generosa, divertente, altruista e buona, ma essendo nostro padre e avere la certezza che tante persone hanno visto ciò che lui era, ci riempie di gioia e ce lo fa sentire più grande di quanto noi già lo  considerassimo.

Ha dato tanto per gli artisti e per l’associazionismo … quello vero, senza chiedere nulla in cambio. Ha combattuto per degli ideali che per molti sono un’utopia. Era tutt’ora impegnato in alcuni progetti che lo vedevano combattere in prima fila e non si è mai arreso anche di fronte alle chiusure, ha sempre cercato il modo di dare dignità ad un mondo abbandonato da tanti, e il suo dispiacere era di non poter vedere realizzati questi progetti.

Vorremmo ringraziare la città che si è stretta intorno a noi partendo dal sindaco Muzzarelli che lo ha ricordato per essere stato uno dei protagonisti di quegli anni in cui la musica a Modena la faceva da protagonista.

Ma soprattutto vorremmo ringraziare quegli “angeli” che ci hanno aiutato in questi ultimi giorni a sostenerlo a casa. Senza di loro, sicuramente, non saremmo stati capaci di potergli dare la serenità di rimanere a casa ed essere avvolto dal calore dei suoi cari e degli amici.  Ci hanno aiutato con amore e serenità ad accompagnarlo verso il suo nuovo viaggio. 

Quelli che definiamo “angeli”,  sono gli addetti del  servizio infermieristico di assistenza domiciliare di Modena. In particolare vogliamo dire grazie a Sonia, a Patty, a  Mario  ed alla dottoressa Riccomi, oltre alle altre dottoresse che si sono avvicendate in questo ultimo fine settimana. Un grazie di cuore.

Per questo motivo se qualcuno avesse pensato di rendere omaggio, in modo tangibile, alla memoria di nostro padre, vi chiediamo di sostenere questo servizio che porta un enorme sollievo a tutte le famiglie che decidono di accudire all’interno delle proprie mura domestiche i propri cari e che consente  a loro di non sentirsi soli. (Per la donazione: “Servizio infermieristico di assistenza domiciliare di Modena”, IBAN IT42U0638502437100000046451. Le donazioni vengono utilizzate esclusivamente per corsi di formazione specifici e per le spese riguardanti gli  automezzi).

Un grazie ancora a tutti e rubando parole bellissime che ci sono pervenute: “Grazie per la passione con cui hai contagiato il mondo” e £Mancherai a questo mondo, ma riempirai di musica l'universo”. Buon viaggio papà, tanta gente ti ha voluto bene. Dai un abbraccio alla mamma.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Urano Borelli, una lettera di ringraziamento dai figli

ModenaToday è in caricamento