rotate-mobile
Cronaca Baggiovara / Via Stradella

Via Stradella, i residenti al Sindaco: "Necessari dossi, intervenire prima che accada l'irreparabile"

La replica del Comune di Modena che ha fatto seguito alle proteste non è piaciuta ai residenti di Via Stradella, che ora si appellano al Primo Cittadino

All'indomani dei controlli della Polizia Municipale volti al rispetto del limite dei 30 km/h che hanno fatto seguito alla protesta dei residenti di Via Stradella, la situazione non è cambiata. 

I residenti continuano a lamentare una situazione di pericolo che impedisce ad anziani e bambini di uscire di casa in serenità, e la risposta del Comune secondo cui mancherebbero i requisiti di sicurezza per installare un autovelox desta perplessità: "Ci hanno detto che per motivi di sicurezza non è possibile installare un Velox per sanzionare il superamento dei limiti di velocità, ma in questo modo è per noi che non ci sono le condizioni di sicurezza! Dopo la pubblicazione di questa informazione sulla stampa locale gli automobilisti hanno infatti ripreso in tranquillità a ignorare i limiti di velocità".

Tale denuncia arriva da una lunga lettera, inviata al Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli questa mattina dalle stesse persone che lo scorso 29 agosto hanno partecipato alla protesta.

Posto che sia la protesta sulle strisce pedonali che i controlli della Municipale siano mezzi dissuasori tanto efficaci quanto insostenibili nel lungo periodo, la soluzione che potrebbe far coincidere gli interessi Comunali con quelli dei residenti potrebbe essere l'installazione di dissuasori di velocità: "L'unica soluzione che ci consentirebbe sonni più sereni sarebbe l'installazione di dossi con la funzione di ridurre la velocità delle auto che transitano lungo questa strada".

Eppure, questa strada non sembra percorribile, perchè l'installazione dei dossi è consentita solo su strade residenziali: requisito che non appartiene a quel tratto di Via Stradella. Per questo motivo, nella lettera al Sindaco, i residenti chiedono "che il tratto di strada Stradella compreso fra via Contrada e via Cadiane sia classificato come residenziale poiché su questa strada si affacciano le nostre case e la nostra sicurezza dipende dal rispetto dei limiti di velocità che al momento non è garantito".

"Spettabile Sindaco, noi cittadini Modenesi residenti su via Stradella in località Casa Gazzotti non siamo cittadini di serie B, paghiamo le tasse come tutti gli altri cittadini, le nostre case sono iscritte al catasto urbano", scrivono i residenti nell'ennesimo tentativo di far sentire la loro voce, "Spettabile Sindaco, noi Le chiediamo di intervenire prima che avvengano altri incidenti e che accada l'irreparabile a qualcuno di noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Stradella, i residenti al Sindaco: "Necessari dossi, intervenire prima che accada l'irreparabile"

ModenaToday è in caricamento