rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Carpi

Mafia e traffico internazionale di cocaina, arresti anche a Modena

Smantellata un'associazione a delinquere riconducibile al clan Cappello-Bonaccorsi: oltre ad agire sull'asse Spagna-Napoli-Catania, l'organizzazione sarebbe stata attiva a Carpi con due fratelli narcotrafficanti

"Operazione bisonte II". Questo il titolo dell'indagine coordinata dalla Procura Distrettuale di Catania che ha portato all'arresto di un'intera banda di presunti trafficanti internazionali di droga che, secondo gli investigatori, oltre ad agire sull'asse Spagna-Napoli-Catania, si sarebbe mossa anche sul territorio modenese. In ottemperanza a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, gli arresti da parte delle locali Squadre Mobili sono in corso tra Catania, Napoli, Caserta, Modena e Perugia.

INDAGINE - Il reato contestato, a vario titolo, è di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti con l'aggravante, per alcuni degli indagati, di avere agevolato l'attività dell'associazione mafiosa del clan Cappello-Bonaccorsi. L'operazione rappresenta lo sviluppo delle indagini della squadra mobile della Questura di Catania sul sequestro, avvenuto il 19 giugno del 2009, di 30 chilogrammi di cocaina e quattro pistole. Secondo gli investigatori le armi erano un "omaggio" dei Marano, gruppo scissionista di Scampia, per ringraziare il clan catanese dei Cappello che era uno dei loro migliori clienti. Cocaina e pistola erano nascoste nel sottofondo di un rimorchio di un Tir, che doveva trasportare agrumi, guidato dal napoletano Rocco Saverio Lo Sasso, di 60 anni, incensurato ,che in quell'occasione fu arrestato in flagranza di reato dalla polizia.

ARRESTO -  La "cellula" modenese dell'organizzazione criminale era localizzata a Carpi. A finire in manette sono stati due fratelli catanesi Q.S.du 35 anni e Q.D. di 44, domiciliati nella frazone di Cortile. Alle ore 03:30, è scattato il blitz nella casa colonica dove i due sono stati sorpresi nel sonno. Vedendosi sopraffatti, non hanno opposto resistenza alcuna: ora si trovano presso il Carcere Sant’Anna di Modena in attesa degli interrogatori di garanzia. L’operazione di questa notte ha visto impegnati oltre 10 uomini, considerata la pericolosità degli arrestati: i due avrebbero commerciato svariati chilogrammi di polvere bianca fra la Spagna, l’area partenopea e la Sicilia. Gli investigatori stanno verificando le relazioni intrattenute dagli arrestati sul nostro territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia e traffico internazionale di cocaina, arresti anche a Modena

ModenaToday è in caricamento