Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Dopo i maltrattamenti del marito assume illegalmente un farmaco e si procura un aborto

Un caso molto delicato ha visto l'intervento a più riprese dei Carabinieri della Compagnia di Carpi. Una 24enne ghanese residente a San Felice è stata prima soccorsa a seguito di una violenza domestica, poi è stata segnalata per l'uso illegale di un farmaco

Uno dei fin troppo frequenti casi di violenza domestica, avvenuto il 26 giugno scorso, ha avuto conseguenze ancora più drammatiche nei giorni immediatamente successivi. Sul finire dello scorso mese, infatti, i Carabinieri erano intervenuti presso un'abitazione di San Felice sul Panaro occupata da una giovane coppia di cittadini ghanese, dove si era appena consumata una lite violenta. Il marito si era accanito sulla moglie, una ragazza di 24 anni, procurandole un trauma cranico e altre ferite e costringendola a ricorrere alle cure mediche.

La 24enne era stata trasferita all'ospedale Ramazzini di Carpi e ricoverata fino al pieno recupero: qui era emerso anche il suo stato di gravidanza, ancora non "fisicamente evidente". Mentre il compagno è stato denunciato per maltrattamenti, le autorità hanno ritenuto opportuno spostare la donna presso una struttura protetta del nostro territorio, ravvisando il rischio di ulteriori situazioni che l'avrebbero messa in pericolo.

Proprio presso la casa "sicura" si è però consumato il secondo atto del dramma: la giovane ha abortito e i controlli medici hanno dimostrato come si sia trattato di un'interruzione volontaria della gravidanza, attraverso l'uso di un farmaco a base di misoprostolo. La giovane è riuscita in qualche modo a procurarsi il medicinale - utilizzato comunemente anche per gli aborti farmacologici - che tuttavia richiederebbe una prescrizione medica e non può essere acquistato liberamente.

Ora dunque, la giovane straniera rischia le conseguenze di legge per questo tipo di aborti clandestini. Depenalizzato da un recente Decreto del 2016, l'articolo 19 della famosa legge 194 prevede però una elevata sanzione pecuniaria, che può arrivare fino a 10mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo i maltrattamenti del marito assume illegalmente un farmaco e si procura un aborto

ModenaToday è in caricamento