rotate-mobile
Cronaca Sassuolo

Arresti per l'occupazione di Samone, presidio con fumogeni davanti alla caserma di Sassuolo

Altri militanti antagonisti si sono presentati davanti alla sede dell'Arma per sostenere le 15 persone fermate. Fumogeni anche intorno al carcere do Sant'Anna

L'occupazione del casolare di Samone di Guiglia, terminata ieri sera con lo sgombero da parte dei Carabinieri, ha avuto uno strascico nella serata di ieri a Sassuolo e a Modena. Un gruppo di militanti anarchici, appartenenti agli stessi gruppi che avevano promosso l'occupazione, si è infatti presentato davanti alla caserma dell'Arma dove erano stati portati per l'identificazione e i 5 occupanti scesi dal tetto in serata.

È nata una protesta con striscione e fumogeni, che è durata circa mezz'ora, condita da slogan e rumori di oggetti sbattuti per creare confusione intorno al presidio dei carabinieri. Il presidio si è poi sciolto senza conseguenze. Gesti di protesta con il lancio di petardi e fumogeni si sono verificati anche nei dintornindel carcere di Sant'Anna.

Il bilancio finale dell'operazione di sgombero avvenuta ieri a Samone è di 15 denunciati per occupazione abusiva, di cui 10 sono anche stati arrestati per gli scontri con i militari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti per l'occupazione di Samone, presidio con fumogeni davanti alla caserma di Sassuolo

ModenaToday è in caricamento