rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Via Emilia Centro

Sindacati in piazza, 5mila lavoratori modenesi contro il Governo Renzi

“Bella Ciao” e corti anti-Leopolda, la sinistra sindacale sfila per la via Emilia contro le scelte del Governo in materia di lavoro e Legge di Stabilità. Alta adesioni nelle principali realtà produttive del territorio

"Renzi è vecchio, non noi. E lui quello che distrugge i diritti". È questo uno dei ritornelli che risuonano al corteo Cgil-Uil per lo sciopero generale oggi a Modena contro Jobs Act e legge di stabilità. Nel corso della manifestazione gli slogan contro il premier e "la Leopolda" si sprecano, tutti applaudono. In strada e in piazza si cantano "Bella Ciao" e tutti i motivi storici della sinistra, si sventola qualche bandiera del "Che" oltre a quelle dei due sindacati e di vecchi partiti, soprattutto si salta e si balla vicino ai camioncini che diffondono decibel a tutta forza. Il corteo si è radunato alle 9 in via Emilia Ovest, all'altezza del parco Ferrari, ed è partito poco dopo le 9.30 verso il centro. 

La sfilata Cgil-Uil è proseguita lungo tutta la via Emilia per giungere prima delle 11 a piazza Grande, dove i segretari provinciali Luigi Tollari (Uil) e Tania Scacchetti (Cgil) hanno intrattenuto la folla di lavoratori, studenti pensionati e precari coi loro comizi.

"Tra corteo e piazza siamo in 15mila", fanno sapere dalla Cgil a margine degli interventi dei segretari in una piazza quasi piena. Alla partenza del corteo, anche dopo un confronto con la Digos, si parlava non ufficialmente di 5mila persone in strada,  umero decisamente più congruo. 

Durante la staffetta Tollari-Scacchetti sul palco sono stati dati i primi dati (quelli del settore pubblico arriveranno tra stasera e domani) di partecipazione allo sciopero: nel metalmeccanico, Maserati segna 60%, Fiat 70%, Titan 70%, Goldoni 90%. Cambiando settore, Bevservice 100%, Gsi 80%, Inalca 70%, Apofruit quasi 100%, ParmaReggio 80%.

Nei trasporti Tpr 90%, Mafer 100%, nel legno-edilizia Openco 90%, Cda 80%, Cmb 60%, nelle comunicazioni International Paper 90%. Altre rilevazioni assegnano adesioni pari al 90% in Autogrill, all'80% in Cir, al 55% in Manutencoop, al 60% in Cna. In piazza Grande sono stati allestiti i gazebo di associazioni e dei patronati Inca e Ital, che continuano la raccolta firme contro i tagli della finanziaria.

Disponibile anche un piccolo punto ristoro con la distribuzione di the caldo e panettone, vista la temperatura un po' rigida nonostante un bel sole. Oltre a ribadire tutte le critiche ai provvedimenti del governo Renzi, Cgil e Uil chiedono "un impegno preciso contro la disoccupazione, oggi al 13,3% in Italia, al 9% a Modena, e al 35% tra i giovani". (DIRE)

Manifestazione per lo sciopero Cgil-Uil Modena 12/12/2014

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati in piazza, 5mila lavoratori modenesi contro il Governo Renzi

ModenaToday è in caricamento