rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Via Luigi Albinelli

Mercato Albinelli, un menu gourmet “contro lo spreco”

Giovedì 5 giugno alle 10, nella giornata mondiale per l’ambiente dedicata alla riduzione dello spreco di cibo, tre chef di Modena a Tavola cucinano dal vivo prodotti invenduti

Tre chef modenesi, scelti da “Modena a Tavola”, si mettono ai fornelli davanti allo storico Mercato Albinelli per cucinare un menù da gourmet utilizzando come ingredienti i prodotti rimasti invenduti. Succede nel cuore storico di Modena, all’ingresso dell’antico mercato coperto, giovedì 5 giugno alle 10. Saranno Laura Giusti dell’Hosteria Giusti, Annamaria Barbieri dell’Antica Moka e Emilio Barbieri di Strada facendo, a dimostrare in diretta quali leccornie si possono preparare con alimenti che troppo spesso vengono sprecati. L’iniziativa è a cura del Comune di Modena, Modena a Tavola e Mercato Albinelli, in collaborazione con Modenamoremio. L’appuntamento rientra nell’ambito delle iniziative e delle campagne promosse dal Comune di Modena, assessorato allo Sviluppo economico e Centro storico, per combattere lo spreco e per promuovere un atteggiamento etico e socialmente responsabile di imprese e attività commerciali.

La data del 5 giugno non è casuale. Si tratta, infatti, della Giornata mondiale per l’ambiente, nella quale quest’anno Last Minute Market con il Ministero per l’Ambiente lancia la campagna “Pinpas, l’Italia s’è desta, 10 interventi per ridurre lo spreco di cibo in Italia”. Alle campagne nazionali, in particolare “Un anno contro lo spreco” di Last Minute Market aderisce, appunto, anche il Comune di Modena.

Già con il marchio “Etico & Tipico” si evidenziava l’adesione di bar e ristoranti a una carta etica che prevedeva, tra i comportamenti che ci si impegnava a seguire, anche il principio del “nessuno spreco”, con la messa a disposizione delle preparazioni alimentari invendute, ma valide a tutti gli effetti, ad associazioni di volontariato. Ed è di pochi giorni fa il lancio di un nuovo marchio, “Etico & Tipico. Pane quotidiano”, che segnalerà i fornai aderenti a una nuova iniziativa di solidarietà e contro lo spreco, con la quale i panificatori consegnano ad associazioni di volontariato il pane invenduto a fine giornata. Protagonisti della raccolta, della conservazione e della distribuzione a chi ne ha bisogno, anche attraverso le Caritas parrocchiali, sono la onlus Porta aperta e il social market Portobello. I volontari procedono alla raccolta con il furgoncino elettrico di “Etico e Tipico”. Per informarsi e per aderire si deve telefonare al numero 059 827870.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Albinelli, un menu gourmet “contro lo spreco”

ModenaToday è in caricamento