rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Dubbi meteo, è stato davvero un luglio autunnale?

Gli esperti Unimore forniscono i dati di un luglio percepito come freddo e piovoso e risolvono qualche dubbio nato nel gergo comune

Il mese di luglio 2014 è stato percepito dalla collettività come un mese dai connotati quasi autunnali, sia per quanto riguarda le precipitazioni che per le temperature: a memoria d’uomo pochi ricordano mesi di luglio altrettanto freschi e piovosi. Al di là delle sensazioni, gli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – DIEF dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia con rigore scientifico, dati alla mano, hanno cercato di stabilire quanto anomalo sia stato il mese passato per Modena.

Con una temperatura media di 24.3°C si trova praticamente allineato con la serie storica dell’Osservatorio Geofisico (1860-2013), che è di 24.4°C. Addirittura la posizione, in una graduatoria dei mesi di luglio più caldi dell’intera serie, si colloca esattamente al centro: 75 più caldi, 75 più freschi, 3 pari merito. Se invece confrontiamo i valori termici con quelli del trentennio di riferimento (1981-2010), allora vediamo che luglio 2014 risulta essere inferiore alla media, che è di 25.4°C. Ancor più caldi risultano essere i mesi di luglio dal 2003 al 2013, con un valor medio di ben 26.6°C. 

“Ed è proprio questo ultimo periodo di mesi di luglio caldissimi – chiariscono i meteorologi Luca Lombroso e Salvatore Quattrocchi – a rendere quasi anomalo l’attuale mese di luglio. Era infatti dall’anno 2000 che non si registrava un luglio così “fresco”, mentre sarebbe passato inosservato, sotto il profilo termico, negli anni ’80 (del XX secolo), e sarebbe sembrata calda nel precedente decennio”. Il mese di luglio più fresco a Modena si è avuto nel 1919: 21.2°C, valore termico che, col clima attuale si trova di frequente nei mesi di maggio e settembre. Tornando al luglio 2014 la temperatura massima presso la stazione storica di Piazza Roma è stata registrata il giorno 19/07 con 34.5°C.

Il mese di luglio è stato caratterizzato, come sempre più frequentemente negli ultimi anni, dalla latitanza dell’anticiclone delle Azzorre, che normalmente offriva riparo dalle perturbazioni senza tuttavia impennare troppo le temperature. Di conseguenza il mese ha visto ben 15 giorni con precipitazioni, 9 dei quali con valori uguali o superiori al millimetro. Tuttavia, fino al giorno 29 tali precipitazioni, pur se frequenti, non sono state abbondanti, tanto che l’ammontare delle precipitazioni si fermava attorno ai 65 mm, valore superiore alla norma, ma non particolarmente elevato. Il giorno 30, invece, ha visto pioggia scrosciante, in particolare nelle prime 10 ore del giorno: 60.3 mm che hanno quasi raddoppiato il valore mensile, rendendolo così “anomalo”, poiché Il valore medio delle precipitazioni di luglio ammonta a 38.4 mm (trentennio 1981-2010). Per trovare un mese di luglio più piovoso, tuttavia, non bisogna risalire troppo nel passato: già il 2002, con 138.6 mm di pioggia, fu più piovoso. 

“Come ampiamente espresso sopra, i 24.3°C del mese di luglio 2014 – commentano Luca Lombroso e Salvatore Quattrocchi - non costituiscono un’anomalia termica significativa, anche se spiccano in un decennio caratterizzato da mesi di luglio estremamente caldi, tanto che potremmo affermare, quasi come un paradosso, che questo mese di luglio è stato anomalo in quanto le temperature risultano allineate con la media della serie storica (1860 – 2013). Dal punto di vista pluviometrico questo luglio conferma la tendenza all’aumento di frequenza dei fenomeni estremi (pioggia del giorno 30), che in appena 10 ore ha quasi eguagliato il quantitativo di pioggia, già abbondante, dei primi 29 giorni del mese”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dubbi meteo, è stato davvero un luglio autunnale?

ModenaToday è in caricamento