rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca

Rapine in serie nei centri massaggi cinesi, denunciati tre giovanissimi

Un colpo nel reggiano e tre nel modenese. La Questura di Reggio, che segue l'inchiesta, invita eventuali altre vittime a farsi avanti

l personale della Questura di Reggio Emilia, al termine degli approfondimenti investigativi coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Minorenni di Bologna, ha denunciato

Nelle scorse ore tre minori sono stati denunciati quali presunti autori di quattro rapine consumate in Reggio Emilia e Modena. I tre ragazzini, infatti, avrebbero messo a segno una serie di colpi mettendo nel mirino delle vittime precise: i centri massaggi gestiti da cittadini cinesi. Locali al cui interno si trovano spesso solo donne, verso le quali i tre indagati avrebbero anche usato violenza, anche con un coltello.

In particolare lo scorso 31 maggio a Reggio Emilia, una donna cinese ha chiamato il 113 dicendo di essere stata rapinata. Raccontava di essere stata aggredita da due giovani subito dopo che un cliente era uscito dal centro massaggi. I due aggressori l’avevano minacciata con violenza per farsi consegnare la borsetta con all’interno effetti personali e due iPhone, una collana di oro giallo e denaro contante.

Le indagini avviate dalla Squadra Mobile, grazie all’esame delle telecamere cittadine, hanno consentito di identificare tre minori quali presunti autori della rapina: due autori materiali della rapina e l’ultimo cliente della vittima che aveva lasciato aperta la porta per consentire l’ingresso ai complici. Nella perquisizione domiciliare dei tre indagati sono stati rinvenuti abiti del tutto simili a quelli indossati dai tre rapinatori e ripresi dalle telecamere.  In quella circostanza uno dei tre aveva anche confessato.

Sono poi emersi altri fatti criminali: due rapine consumate a Modena, nel maggio scorso. Nel primo caso la titolare era stata presa a pugni e le era stata strappata dal collo una collanina d’oro, poi i rapinatori erano riusciti ad impossessarsi di denaro custodito in un cassetto. Poco dopo un’altra rapina, in un altro centro massaggi. Qui i giovani avevano fatto irruzione prendendo la calci la porta di ingresso e una volta dentro avevano spinto a terra la titolare, strappandole di dosso la collana e sottraendo il denaro presente in cassa.

Ed ancora, in data 28 maggio, sempre a Modena è stato preso di mira un altro centro massaggi, dove i rapinatori avevano immobilizzato la titolare puntandole alla gola un coltello e rapinandola del denaro custodito nel registratore di cassa e di una collana che indossava.

La Questura, che da tempo ha acceso un focus sulla criminalità che coinvolge minori o giovanissimi, ribadisce l’invito affinché tutti coloro che abbiano subito comportamenti penalmente rilevanti si rivolgano, con fiducia, alle forze dell’ordine denunciando quanto subito. Lo sviluppo investigativo, infatti, fa presupporre che gli indagati possano avere commesso ulteriori rapine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in serie nei centri massaggi cinesi, denunciati tre giovanissimi

ModenaToday è in caricamento