rotate-mobile
Cronaca Mirandola

"Hai fatto la spia al Comune!", gli spezza le gambe a colpi di cric

Si è costituito alla Caserma dei Carabinieri di Mirandola lo straniero che stamattina ha aggredito un suo connazionale impegnato in lavori di giardinaggio accusandolo di avere riferito all'Amministrazione fatti personali che lo avrebbero riguardato

Episodio da "Arancia meccanica" stamattina a Mirandola. Un marocchino si è recato presso il giardino “Borgo Tondo” dell’ospedale Santa Maria Bianca dove ha incontrato un connazionale impegnato in opere di giardinaggio e disinfestazione per l'Amministrazione: giunto sul posto ha cominciato a colpirlo a suon di calci e pugni accusandolo, ingiustamente, di aver fatto la “spia” per il Comune su vicende che lo avrebbero riguardato, finché non ha pensato di prendere il cric dalla propria auto e continuare a colpirlo provocandogli una frattura scomposta alla caviglia e un trauma cranico. Lasciata la sua vittima dolorante in un bagno di sangue, l'uomo si è poi dato alla fuga nelle vie circostanti.

Un passante che ha assistito a tutta la scena ha richiesto immediatamente l’intervento delle forze dell’ordine chiamando sia Polizia sia Carabinieri: le Forze dell'Ordine si sono recate sul posto e hanno avviato le ricerche, mentre la vittima è stata soccorsa dal 118. L’aggressore, evidentemente messo alle strette dalle operazioni di ricerca congiunta, ha deciso di costituirsi, presentandosi dai Carabinieri di Mirandola, raccontando ciò che aveva fatto. I militari hanno pertanto acquisito le fonti testimoniali e hanno ritrovato e sequestrato il cric, perfettamente descritto dalla vittima (giallo con il manico rosso) nell’auto dell’aggressore, perquisitia nell'immediatezza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Hai fatto la spia al Comune!", gli spezza le gambe a colpi di cric

ModenaToday è in caricamento