rotate-mobile
Cronaca Mirandola

Mirandola: consigliere leghista aggredito al comizio di Bersani

"Ai terremotati tasse, al Monte del Paschi 4 miliardi". A un militante Pd non sarebbe piaciuta la contestazione del capogruppo leghista Golinelli, il quale è stato ripetutamente insultato e gettato a terra

Aggredito mentre manifestava all’esterno della struttura che ospitava l’incontro pubblico del leader della coalizione di centrosinistra, Pierluigi Bersani. Questo quanto sarebbe accaduto a Guglielmo Golinelli, capogruppo del Carroccio a Mirandola che si è presentato all’esterno della struttura esponendo un cartello con scritto: “Ai terremotati tasse, al Monte del Paschi 4 miliardi”. Una presa di posizione che ad alcuni militanti Pd non è andata giù tanto che pochi minuti dopo, l’esponente del Carroccio è stato raggiunto da un uomo che dopo averlo più volte insultato lo ha aggredito fisicamente gettandolo a terra e intimandogli di andarsene.

“Quello che è accaduto a Mirandola, nel totale silenzio del Pd – attacca Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia – è gravissimo. Bersani è libero di dire quello che meglio ritiene durante i suoi comizi, ma allo stesso tempo i giovani della Lega sono liberi di dissentire in maniera pacifica e democratica. Pace e democrazia che sono sula bocca del Pd solo a parole che quando vuole, come dimostrato, è ben pronto a menare le mani in maniera vergognosa”.

“Dispiace – spiega Golinelli che nel frattempo ha sporto regolare querela per aggressione - che la sinistra, che fa dell’insulto e della delegittimazione dell’avversario un metodo politico, non trovi altri argomenti per rispondere a una critica legittima e doverosa se non la violenza fisica e l’aggressione. L’aggressione non è stata solo nei mei confronti ma, visto il cartello che esponevo, ha colpito moralmente tutti i terremotati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirandola: consigliere leghista aggredito al comizio di Bersani

ModenaToday è in caricamento