Cronaca

Infortuni mortale, Laila non aveva ricevuto formazione per l'uso del macchinario

Dalle prime consulenze emergerebbe una lacuna in ambito formativo a discapito della 41enne deceduta. Acquisite anche le immagini dei guasti della fustellatrice sul cellulare

Vanno delineandosi nuovi ed importanti elementi nell'inchiesta sulla morte di Laila El Harim, presso lo stabilimento Bombonette di Camposanto, dove lavorava da poco meno di 2 mesi. Un fattore preoccupante è stato evidenziato in forma preliminare dalla consulenza che sta svolgendo la Medicina del Lavoro sui temi di propria competenza: l'operaia non sarebbe infatti stata  sottoposta alla formazione di base per l'utilizzo della fustellatrice cui era addetta. Bidognerà però attendere la relazione definitiva dello Spsal dell'Ausl per comprendere i termini esatti di questa inadepienza.

Nel frattempo è stato sottoposto al vaglio anche il telefono cellulare della donna, all'interno del quale sono state rinvenute le foto e i video che erano stati scattati alla fustellatrice a seguito di alcuni malfunzionamenti. Effettivamente la dipendente aveva segnalato una serie di problematiche relative al macchinario, che ora dovranno essere analizzate dalla Procura e messe a confronto con gli altri elementi emersi finora.

Intanto la famiglia di origine della vittima, per essere assistita, attraverso la consulente legale dott.ssa Sara Donati, si è affidata a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, e ha colto con estremo favore l’interesse dimostrato dalle autorità marocchine in Italia e anche dalle istituzioni nazionali, con particolare riferimento all’apposita indagine ministeriale aperta su indicazione del Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, in parallelo all’inchiesta subito avviata dalla Procura.

Oggi alle ore 18 presso il cimitero di Massa Finalese si terrà il rito funebre (isamico) di addio all’operaia.

Dopo l'autopsia si terranno domani i funerali di Laila El Harim

Indagine sull'infortunio mortale, nel cellulare di Laila foto e video dei guasti al macchinario

Macchinario senza blocco automatico, gli accertamenti sulla morte di Laila

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortuni mortale, Laila non aveva ricevuto formazione per l'uso del macchinario

ModenaToday è in caricamento