Modena fra le regine d'Europa... per l'inquinamento

La città è sesta in tutto il Continente e fa parte della nutrita pattuglia italiana che, nelle prime 30 posizioni, piazza 17 capoluoghi

Quanto riportato a settembre 2010 dall'Istituto Superiore di Sanità suona come una condanna. O un campanello d'allarme. La città di Modena è fra le più inquinate d'Europa. Se stessimo parlando di questioni calcistiche, la città di San Geminiano si piazzerebbe in una poco invidiabile "zona Uefa". Ottiene il titolo di campione (?) la città bulgara di Plovdiv, poi, in ordine di graduatoria, seguono molte italiane: Torino, Brescia, Milano, Padova e, per l'appunto, Modena.  

I dati sono stati elaborati considerando il quadriennio 2004-2008, classificando le città in base a tre criteri: Pm10, ozonobiossido di azoto. 

Esistono dei limiti di legge, stabiliti dall’Ue, che si possono superare soltanto per un numero limitato di giorni fissato a 35 l’anno. Purtroppo però delle 30 città europee che superano questo limite per almeno 50 giorni, ben undici sono italiane (Torino, Milano, Brescia, Padova, Modena, Bergamo, Pescara, Napoli, Venezia, Rimini e Reggio Emilia). E se a fine marzo Modena poteva già contare su 37 sforamenti, entro la fine dell'anno la Ghirlandina potrà segnare moltre altre tacche sul bastone dell'inquinamento atmosferico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

Torna su
ModenaToday è in caricamento