rotate-mobile
Cronaca Madonnina / Strada Barchetta, 255

Infortunio mortale, una trasferta finita in tragedia per il geometra Gaetano Ruiz

Il 45enne umbro ha perso la vita per un cedimento del tetto sul quale stava effettuando delle verifiche. Lascia moglie e figlia

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Ancora poche ore e la sua trasferta lavorativa sarebbe terminata e avrebbe potuto far ritorno a casa. Ma la vita di Gaetano Ruiz De Ballesteros, 45 anni, si è interrotta improvvisamente e drammaticamente, quando uno squarcio nella copertura del tetto sul quale si trovava lo ha fatto precipitare da circa 6 metri di altezza all'interno del capannone dove stava lavorando.

Un dramma che si è consumato sotto gli occhi attoniti dei colleghi dell'impresa umbra con la quale stava lavorando, per la riqualificazione della copertura dello stabile di strada Barchetta che negli anni scorsi era stato anche sede del corriere GLS. L'intervento dei tecnici e degli operai umbri era infatti propedeutico ad una riqualificazione dello stabile e nel caso specifico si sarebbe dovuto concludere nella giornata di ieri.

Il geometra 45enne di Gualdo Tadino (PG) era salito sul tetto del capannone attraverso una scala sistemata all'esterno, salvo poi incorrere nel cedimento improvviso. Sono stati i colleghi ad allertare il 118, che è intervenuto in tempi rapidi con ambulanza e automedica. Tuttavia l'impatto con il pavimento del capannone non ha lasciato scampo a Ruiz e il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

Sul posto è poi intervenuta la Polizia di Stato, per ricostruire con esattezza l'accaduto, riconducibile appunto ad un fatale incidente. La Scientifica ha effettuato una serie di rilievi sul luogo della tragedia, insieme con la Medicina del Lavoro dell'Ausl, per quanto di competenza. Più tardi sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco, per facilitare con l'autoscala le verifiche sul tetto dell'edificio. La salma resterà temporaneamente in città per eventuali accertamenti medico-legali. Gaetano Ruiz De Ballesteros ascia la moglie e la figlia piccola.

L'affondo dei sindacati

Di fronte all'ennesima tragedia sul lavoro, i sindacati confederati degli edili esprimo grande sdegno e commentano: "Quello che chiediamo è che si parta dell’applicazione completa e corretta dei contratti nazionali di lavoro e delle normative sulla sicurezza che prevedono più formazione e qualificazione del settore costruzioni, utilizzo corretto dei dispositivi di protezione individuale e maggiori controlli. Così come crediamo che sia assolutamente necessario allargare le tutele previste nei cantieri pubblici anche ai grandi appalti privati. Infine, non è possibile continuare a rinviare la necessità di fornire il massimo supporto di personale e strumenti a chi si occupa di controlli: l’Ispettorato Territoriale del Lavoro e il Servizio Prevenzione e Sicurezza ambienti di Lavoro di Ausl Modena, servizio, quest’ultimo, rallentato anche dai tagli alla Sanità. Chiediamo, quindi, ai vertici delle Istituzioni: è davvero questo il futuro riservato a chi lavora in questo Paese?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio mortale, una trasferta finita in tragedia per il geometra Gaetano Ruiz

ModenaToday è in caricamento