rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Cavezzo / Via per Concordia

Morto l'artigiano vittima di un infortunio in un cantiere di Cavezzo

Nulla da fare per il 55enne Massimo Giliberti, caduto durante dei lavori di ristrutturazione in un cantiere

Troppo gravi le ferite riportate nella caduta: Massimo Giliberti si è spento all'età di 55 anni per un tragico infortunio sul lavoro. Il decesso è stato dichiarato nel tardo pomeriggio, ad alcune ore di distanza dal ricovero presso la Terapia Intensiva di Baggiovara, dove i medici hanno tentato il tutto e per tutto per salvargli la vita.

L'artigiano era giunto in ospedale intorno alle ore 11.30, trasportato dall'eliambulanza dopo i primi soccorsi prestati sul luogo dell'infortunio.

Teatro dell'incidente un'abitazione privata di via per Concordia, a Cavezzo. Intorno alle 10.40 l'artigiano, residente a Sorbara di Bomporto e titolare di una ditta individuale, è stato vittima di una caduta dall'alto, da almeno due metri. Non è chiaro se si trovasse su un tetto o in un'altra situazione, ma l'impatto è stato fatale e il malcapitato ha perso conoscenza, per non riacquistarla più.

Sanitari e medici del 118 hanno portato il primo soccorso e tenta viva la speranza con il trasporto in elicottero verso l'Ospedale, ma intorno alle ore 18 è arrivata la tragica notizia.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Cavezzo, seguiti poi dal personale Ausl della Medicina del Lavoro. Quasi nulla si conosce al momento circa la dinamica dei fatti, per i quali sono stati eseguiti diversi accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto l'artigiano vittima di un infortunio in un cantiere di Cavezzo

ModenaToday è in caricamento