rotate-mobile
Cronaca Lama Mocogno

Appennino: a caccia di ungulati in piena notte, arriva la sanzione

A Lama Mocogno scoperti cacciatori notturni. In auto un cinghiale e un capriolo uccisi a fucilate, contravvenendo alle regole

I Carabinieri di Lama Mocogno nella notte tra sabato 5 e domenica 6 dicembre hanno fermato un auto con alcuni cacciatori che avevano nel bagagliaio le carcasse di un cinghiale e di un capriolo uccisi a fucilate. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia provinciale per i verificare eventuali illeciti relativi al rispetto della normativa sull’attività venatoria. 

Un cacciatore è stato sanzionato per prelievo illecito di ungulati, le carcasse degli animali sono state sequestrate, ma sono tuttora in corso indagini da parte della Polizia provinciale e Carabinieri per verificare eventuali altre irregolarità.

In questo periodo la caccia al cinghiale è consentita in forma collettiva per i cacciatori di selezione autorizzati e in ogni caso non è mai consentito cacciare nel pieno della notte. E’ possibile  effettuare, con il coordinamento e l’autorizzazione rilasciata dalla Provincia, i piani di controllo numerico del cinghiale per i cacciatori o agricoltori che hanno effettuato un apposito corso di formazione. 

La caccia al capriolo, inoltre, è regolamentata da uno specifico regolamento regionale per la gestione faunistico venatoria degli ungulati, viene svolta esclusivamente in forma selettiva ed è attualmente chiusa e riprenderà dal 1 gennaio 2016.

La Polizia Provinciale coordina l’attività di controllo numerico dei cinghiali per i danni al patrimonio zootecnico sulla base di una specifica regolamentazione regionale e provinciale.  L’operazione è il frutto della costante collaborazione tra Polizia provinciale a Carabinieri per garantire il controllo del territorio al fine di prevenire e  contrastare l’attività illecita di prelievo di fauna selvatica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appennino: a caccia di ungulati in piena notte, arriva la sanzione

ModenaToday è in caricamento