rotate-mobile
Cronaca San Felice sul Panaro

Ancora un laboratorio cinese "oscurato", scatta la denuncia

Polizia Municipale e Guardia di Finanza hanno effettuato un controllo e sanzionato un'azienda tessile a San Felice sul Panaro. Oltre al lavoro nero anche mancanze in termini di sicurezza

La Guardia di Finanza di Mirandola e la Polizia Municipale dell'Area Nord, nel corso di un'operazione congiunta, hanno effettuato controlli in due aziende tessili gestite da cinesi nel Comune di San Felice Sul Panaro. L'operazione aveva come obiettivo il contrasto al lavoro nero, la verifica del rispetto delle norme di sicurezza e delle condizioni igienico sanitarie e l’accertamento di eventuali abusi edilizi, come avviene ormai di routine.

Nel corso del controllo sono state identificate 14 persone di nazionalità cinese, delle quali 10 erano intente al lavoro e, di queste, quattro erano lavoratori in nero. Nel corso del controllo la Polizia Municipale ha verificato che i laboratori ispezionati risultavano regolari dal punto di vista edilizio, cioè con destinazione d’uso artigianale, ma ha accertato che tutte le finestre e le porte a vetro dei laboratori tessili erano state coperte con cellophane di colore nero che oscuravano completamente gli stessi laboratori dall’esterno.

Questa prassi è abitualmente utilizzata per impedire agli operatori delle forze dell’ordine di verificare se viene svolta l’attività lavorativa, di individuare gli operai che stanno lavorando e le condizioni di lavoro. Il posizionare pannelli o cellophane oscuranti alle finestre e alle porte, non è consentito dalle norme di sicurezza sul lavoro, pertanto gli operatori della polizia municipale hanno provveduto a rimuovere e a far rimuovere tutti i cellophane che oscuravano i laboratori tessili.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora un laboratorio cinese "oscurato", scatta la denuncia

ModenaToday è in caricamento