Controlli sui ciclisti, 14 multe in città. L'anno scorso un incidente al giorno per le due ruote

I controlli mirati della Municipale hanno interessato principalmente i punti con maggiori segnalazioni: viale Gramsci, viale Reiter e via San Faustino. Più critiche per gli incidenti sono invece via Ciro Menotti, Vignolese, Morane, Giardini e Carlo Sigonio

"Non una settimana contro qualcuno, ma una settimana per la sicurezza di tutti, ciclisti e pedoni". "Sensibilizzare al rispetto delle norme di comportamento a garanzia dell’incolumità di tutti" era appunto l’obiettivo della campagna mirata per la sicurezza stradale che la Polizia locale di Modena ha condotto dall’1 al 6 giugno privilegiando alcuni punti della rete stradale cittadina dove in passato si sono maggiormente registrati incidenti con velocipedi o rispetto ai quali sono più frequenti le segnalazioni di comportamenti scorretti e pericolosi dei ciclisti.

Complessivamente solo 14 i ciclisti indisciplinati sanzionati, tra i 22 e i 51 anni di età, ma tanti quelli ammoniti o che hanno rapidamente corretto il loro stile di guida notando la presenza degli operatori della Polizia locale. Le sanzioni elevate (dell’importo ciascuna di 42 euro) sono per la precisione riferite in 12 casi a ciclisti che percorrevano i marciapiedi e, ad altri due che non utilizzavano la pista ciclabile pur essendo presente.

Le infrazioni sono state rilevate, in particolare, in zone come la stazione ferroviaria e viale Gramsci, dove il problema è particolarmente sentito da residenti e commercianti che lo hanno ripetutamente segnalato. Un altro verbale è stato fatto all’intersezione di largo Garibaldi con viale Reiter, un’area dove pedoni e commercianti lamentano l’utilizzo da parte dei ciclisti della corsia del bus anziché della ciclabile e che risulta problematica per l'incidentalità, così come il tratto di via San Faustino prima dell’incrocio con viale Italia e di via Giardini tra via Lana e piazzale Risorgimento, dove spesso i velocipedi sfrecciano sul marciapiede su cui si affacciano diversi esercizi commerciali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli hanno quindi interessato diversi punti della città individuati sulla base delle segnalazioni già pervenute al Comando di via Galilei e dell'analisi dei dati sulla sinistrosità stradale. A svolgere i controlli sono state le pattuglie dei diversi Quartieri cittadini e del nucleo del Pronto intervento, che hanno monitorato i marciapiedi dove il problema del transito di biciclette è particolarmente presente. E se il fenomeno è fastidioso già normalmente, diventa sicuramente critico e più pericoloso in questo periodo in cui, in virtù delle disposizioni anti-Covid della fase 2, i cittadini devono spesso stazionare in coda sui marciapiedi, appunto, in attesa di poter accedere agli esercizi commerciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento