rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Mirandola

Norme igienico-sanitarie non rispettate, multati due ristoranti etnici

Un ristorante cinese e una rivendita di kebab di Mirandola sono finiti nel mirno dei Carabinieri e dei Nas, che hanno muktato i titolari per 5.000 euro a causa del mancato rispetto di alcune norme

Nei giorni scorsi, insieme ad un laboratorio tessile cinese, chiuso per lavoro nero, nel mirino dei Carabinieri della Bassa sono finite anche alcune attività commerciali. I Carabinieri di Mirandola coadiuvati con il NAS di Parma si sono concentrati sui controlli dei locali aperti al pubblico, proseguendo le attività già intraprese alcune settimane fa, quando avevano contravvenzionato un locale per la violazione delle autorizzazioni agli orari di apertura e alla mescita di bevande alcoliche, e un panificio per carenze igienico-sanitarie, dovute alla non tracciabilità delle materie prime.

Nel corso delle ultime verifiche, sono stati multati invece due esercizi commerciali gestiti da stranieri (uno cinese ed uno turco), dove i Carabinieri hanno riscontrato la presenza di autorizzazioni sanitarie scadute e non rinnovate, nonché l’omessa rintracciabilità di circa 10 kg di carne, di cui non è stato possibile accertare la provenienza o la scadenza e pertanto sono stati sequestrati. A loro carico sono state comminate sanzioni per circa 5.000 euro    

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norme igienico-sanitarie non rispettate, multati due ristoranti etnici

ModenaToday è in caricamento