rotate-mobile
Cronaca

Apriva i cassonetti elettronici con il cacciavite per buttare rifiuti non differenziati: denunciato

La denuncia a seguito dei controlli della Polizia Locale dell'Unione Comuni del Sorbara. Emesse anche 11 sanzioni per violazione del Codice della Strada, 7 per gioco d'azzardo e due sequestri di stupefacenti

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Gli agenti della Polizia Locale dell’Unione Comuni del Sorbara, nel corso del fine settimana, sono stati impegnati in un servizio straordinario di controllo dei territori di Bastiglia,  Bomporto, Nonantola e  Ravarino. Sono sei i posti di controllo effettuati, nel corso dei quali sono state controllate oltre 60 persone ed emesse undici sanzioni per violazioni al Codice della Strada. Di queste, 5 per omessa revisione; due per omessa assicurazione, due per mancanza di documenti al seguito, una perché il conducente non si fermava all’”alt” imposto dagli agenti,  una per sorpasso in un punto non consentito.  

L’attività del controllo del territorio si è concentrata anche nel contrasto all’uso delle sostanze stupefacenti, ambito nel quale gli agenti, nel corso di mirati controlli, hanno individuato due persone trovate in possesso di un modesto quantitativo di hashis per uso personale. I due, un uomo originario del Bangladesh e un italiano (rispettivamente del 1999 e del 2000) sono stati segnalati amministrativamente alla Prefettura di Modena e le sostanze stupefacenti sono state immediatamente sequestrate. 

I controlli sono poi proseguiti nell’ambito del contrasto al gioco d’azzardo: sono stati effettuati 9 controlli in altrettante sale slot e pubblici esercizi aventi al loro interno macchine da gioco e dai quali sono scaturite 7 sanzioni in quanto tali attività avevano le slot accese in orari non consentiti dalle ordinanze sindacali.

Infine è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Modena un uomo (italiano, classe 1959)  in quanto, a seguito dell’analisi delle immagini di videosorveglianza dedicata al contrasto dell’abbandono dei rifiuti, veniva accertato che lo stesso aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate, conferendo i rifiuti nei cassonetti destinati alla raccolta di altra tipologia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apriva i cassonetti elettronici con il cacciavite per buttare rifiuti non differenziati: denunciato

ModenaToday è in caricamento