rotate-mobile
Cronaca Finale Emilia

Napolitano, terremoto "dimenticato" nel discorso di fine anno

Nell'ultimo discorso alla Nazione da Capo dello Stato, Giorgio Napolitano non ha citato il dramma del sisma in Emilia. Sbigottito il Senatore Giovanardi: "Forte rammarico"

Un senso di sbigottimento avrà sicuramente colto chi da vicino ha vissuto, e sta tuttora vivendo, il dramma del terremoto della Bassa Modenese. Non solo il sisma è scomparso dai grandi media nazionali, ma ieri sera è stato ignorato anche dall'ultimo discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Pensare che, fino al 2007, il Capo dello Stato ha avuto come consigliere per le relazioni esterne del Quirinale il giornalista modenese Arrigo Levi.

A rimarcare la "dimenticanza", prima sono stati molti modenesi che sui social network hanno manifestato il loro sconcerto con diversi messaggi di disapprovazione. In via ufficiale, è intervenuto il Senatore Pdl Carlo Giovanardi: "Sono rammaricato che il Presidente della Repubblica, diversamente di quanto avvenuto nel 2009 dopo il terremoto dell'Aquila, non abbia fatto nessun accenno nel discorso di fine anno al terremoto che ha colpito particolarmente l'Emilia - ha commentato Giovanardi in una nota - Si tratta dell'ennesima dimostrazione che si tratta purtroppo di un evento dimenticato". Secondo il parlamentare, si tratta di un evento "dimenticato nella diffusa e falsa convinzione che i problemi sono stati risolti, di fronte invece ad una realtà drammatica che richiede una grande mobilitazione perché le istituzioni regionali e statali provvedano a quegli interventi sino ad ora mancanti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napolitano, terremoto "dimenticato" nel discorso di fine anno

ModenaToday è in caricamento