Montese: nasconde droga nel reggiseno, coppia arrestata

Dissimulando una crisi di panico, la dolce metà di una coppia di spacciatori nordafricani ha dato in escandescenze gettandosi sulla neve a margine della carreggiata tentando di disfarsi di un involucro di cocaina

La droga e i contanti sequestrati dai Carabinieri

Fingendo una crisi di panico, si è gettata nella neve tentando di disfarsi dello stupefacente occultato nel reggiseno. Questa la mossa della disperazione tentata sabato notte dalla metà femminile di una coppia di spacciatori nordafricani (lui 28, lei 24 anni) nei dintorni di Montese. Entrambi sono stati tratti in arresto dai Carabinieri di Pavullo con l'accusa ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso

PEDINAMENTO - L’operazione antidroga del personale dell'Arma è scattata con la localizzazione e il pedinamento dell’Audi A3 in uso al 28enne, sulla quale viaggiava anche la fidanzata. Avendo osservato come l'Audi di fosse fermata in una piazzola isolata lungo la strada provinciale 27 per essere subito dopo affiancata da un’altra auto, i militari hanno intuito la modalità adottata per spacciare: incontri “volanti” in zone appartate verosimilmente preceduti da contatti telefonici.

LA CATTURA - Durante l'intervento dei Carabinieri, la giovane marocchina, dissimulando una crisi di panico, ha dato in escandescenze gettandosi sulla neve a margine della carreggiata, tentando di disfarsi di un involucro che nascondeva nel reggiseno. Il diversivo, però, non ha funzionato: i militari hanno recuperato il contenitore in mezzo alla neve, scoprendo all'interno tre dosi di cocaina del peso complessivo di 3 grammi. La perquisizione dei due stranieri ha consentito di rinvenire e sequestrare il denaro provento dell’attività di spaccio della serata: 800 euro di cui 150 trovati in tasca al ragazzo e 650 nel reggiseno della ragazza controllata separatamente da personale femminile. Proseguendo le ricerche nell’appartamento di Guiglia in uso alla coppia, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 110 euro provento dell’attività di spaccio, materiali e strumenti per confezionare le dosi nonché ulteriori 2 grammi di cocaina nascosti in un’intercapedine tra il muro del bagno e la caldaia.

CLIENTELA - Dichiarati in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio, i due fidanzati sono stati trasportati alla casa circondariale “Sant’Anna di Modena”, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di giudizio di convalida e processo. Secondo gli elementi raccolti dall’Arma di Pavullo, il giro dei clienti dei due arrestati era composto da alcuni giovani di Montese, Castel D’Aiano e Porretta Terme (Bologna), frequentatori della movida del fine settimana di quel territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento