rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Terremoto: tanta paura e nessun danno, la Bassa tira un sospiro di sollievo

Riprendono regolarmente le attività nei comuni prossimi all'epicentro del sisma di questa mattina. Nessun danno segnalato, né emerso dai sopralluoghi negli edifici pubblici. Scuole regolarmentr aperte

Tutto rientrato nella normalità dopo il grande spavento per la scossa di terremoto registrata poco prima di pranzo nella Bassa. Paura ma nessun danno a Mirandola, il centro abitato più vicino all'epicentro del sisma. È questa la situazione, aggiornata alle ore 17.30, dopo i sopralluoghi effettuati dai tecnici comunali a seguito delle due scosse di martedì 20 ottobre. Tutti gli edifici di proprietà comunale (quelli costruiti precedentemente al sisma del 2012 e quelli ricostruiti o costruiti ex novo) sono stati controllati. Nessun danno significativo è stato rilevato né sono stati segnalati danni da parte dei cittadini. 

Gli alunni delle scuole elementari sono stati evacuati senza panico dai nuovi edifici antisismici al momento della scossa delle 12.35 (magnitudo 3,5), quella maggiormente avvertita dalla popolazione. La sede delle elementari di via Giolitti (tempo pieno) ha ripreso regolarmente l’attività nel pomeriggio. I nidi e le scuole dell’infanzia non hanno invece effettuato il previsto rientro, coincidente con la fase del riposo dei bambini, che avrebbe reso più complicata un’eventuale evacuazione.

Situazione analoga anche negli altri comuni dell'Area Nord, che comprende Camposanto, Cavezzo, Concordia,  Finale Emilia, Medolla, Mirandola, San Felice sul Panaro, San Prospero e San Possidonio. Anche in questi paesi sono stati effettuati sopralluoghi che hanno sempre dato esito negativo e ogni attività- specialmente quelle scolastiche – sono riprese correttament e proseguiranno senza alterazioni anche nella giornata di domani.

Il Coordinamento della Protezione Civile dell’Uniuone Comuni Area Nord conferma che non sono pervenute segnalazioni di danni a strutture, ma in ogi caso invita i privati cittadini che si trovassero di fronte a situazioni critiche a contattare i Vigili del Fuoco, ma solo in circostanze realmente gravi. In alternativa ci si può rivolgere all’Unità Operativa Provincia di Modena (tel. 059-200210  /211 / 212 / 213 / 214), ai propri Comuni–Servizi Protezione Civile e al Coordinamento stesso. (cell. 348-7266532).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto: tanta paura e nessun danno, la Bassa tira un sospiro di sollievo

ModenaToday è in caricamento