Nigeriano dormiva sul terrazzo R-Nord. Agenti lo fermano e lui li ferisce

Già colpito dal provvedimento è stato di nuovo sorpreso dalla Municipale bivaccare nello stesso luogo presso l'area di R-Nord, ma ha opposto resistenza ed è stato arrestato anche per lesioni

Non ne voleva sapere di andarsene da Modena il ragazzo nigeriano di 22 anni F.N. sorpreso dalla Polizia municipale a bivaccare su un terrazzo del complesso R-Nord. Era stato scoperto nella giornata di ieri dormire insieme a un connazionale su un improvvisato giaciglio di cartoni, impedendo il passaggio e la libera fruizione del luogo. Così era scattata per lui e il compagno sono quindi scattati sanzione e provvedimento di allontanamento per 48 ore (mini daspo) come previsto dalle nuove norme introdotte nel Regolamento di Polizia Urbana, che però non stati rispettati, e infatti è stato ritrovato nella giornata di oggi nello stesso posto e nella medesima condizione. 

I due sono stati però nuovamente sorpresi nel loro giaciglio abusivo, stesso orario, verso le otto del mattino, stesso luogo. Diversi invece gli agenti della Municipale impegnati nel controllo e il provvedimento di allontanamento che si preparavano a contestare (se reiterato il provvedimento prevede una sanzione triplicata e la denuncia penale). Uno dei due stranieri ha fatto in tempo a darsi alla fuga, mentre F.N. è stato bloccato dagli operatori della Municipale che, cercando di divincolarsi, ha colpito i due agenti procurando loro lesioni guaribili rispettivamente in tre e cinque giorni. Inutile però il tentativo di fuga, il giovane nigeriano è stato arrestato per resistenza e lesioni e portato al Comando di via Galilei.

Da ulteriori accertamenti sono emersi altri provvedimenti emessi contro di lui da diverse autorità pubbliche, che ne vietano la permanenza a Modena. L’uomo infatti era già colpito da un provvedimento di allontanamento per tre anni emesso dalla Questura a luglio e la Procura, in seguito all’arresto per spaccio, ha emesso contro di lui una misura cautelare di divieto di dimora su tutto il territorio provinciale. Giovedì 1 settembre il ‘recidivo’ verrà processato per direttissima e sarà l’Autorità giudiziaria a decidere quale misura prendere nei suoi confronti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Trafficante di cocaina reagisce all'arresto e punta la pistola in faccia ad un carabiniere

Torna su
ModenaToday è in caricamento