rotate-mobile
Cronaca Polo Leonardo / Via Galileo Galilei

Tenta di violentare una ragazzina: arrestato dalla Municipale

In manette un nigeriano che a dicembre aveva iniziato a insidiare la figlioletta di una famiglia di suoi connazionali. Gli agenti gli hanno teso un'imboscata e l'uomo ha opposto resistenza

Violenza sessuale, resistenza e lesioni. Questi i reati contestati a D. I. F., un operaio nigeriano 45enne (In Italia da tempo) tratto in arresto e trasportato al carcere di Sant'Anna dalla Polizia Municipale di Modena: l’uomo da mesi era attratto da una ragazzina di undici anni, nata in Italia da famiglia nigeriana, che ha iniziato a importunare dallo scorso mese di dicembre sia di persona, recandosi in bicicletta davanti alla scuola, sia tramite telefonate sul cellulare.

Due le tattiche applicate dall’uomo: prima qualche soldo regalato, poi ricariche telefoniche. Il tutto per poter insidiare la minorenne. La ragazzina ha maturato settimana dopo settimana il proprio disagio per le richieste dell’adulto e lo ha confidato alla mamma. I familiari hanno così deciso di rivolgersi al comando della Municipale dove hanno denunciato il fatto. Del caso sono stati informati i servizi sociale di Comune e la Procura della Repubblica e il pubblico ministero Enrico Stefani che ha subito autorizzato le indagini.

Lunedì scorso l’epilogo: la ragazzina è stata contattata dall’uomo che ha chiesto di poterla incontrare. La giovane è tornata a casa con un mezzo pubblico, lo straniero l’ha raggiunta in bicicletta. Nell’appartamento, però, erano già appostati gli operatori pronti ad intervenire. Quando il 45enne ha mostrato in modo inequivocabile le proprie intenzioni, gli agenti sono entrati in scena. Molto movimentato l’arresto vista la violenza con cui ha reagito l’uomo alla vista delle manette. Due operatori sono finiti al pronto soccorso per farsi medicare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di violentare una ragazzina: arrestato dalla Municipale

ModenaToday è in caricamento