rotate-mobile
Cronaca Modena Est / Via Gerolamo Frescobaldi

Raid no-vax sui muri della scuola sede di seggio, attivista bloccata nella notte

È stata colta in flagrante dalla Polizia locale in via Frescobaldi, scuole Saliceto Panaro. La condanna del Comune

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Ha imbrattato con scritte no vax una sede di seggio, alle scuole Saliceto Panaro di via Frescobaldi a Modena, ma è stata colta in flagrante e fermata dalla Polizia locale che l'ha denunciata, oltre a sequestrare lo spruzzatore a pressione utilizzato. Sul muro e sulle finestre della scuola è stata realizzata la consueta scritta in vernice rossa, come quelle abitualmente realizzate dal gruppo ViVi. 

È successo intorno alle 4 di sabato 8 giugno. La donna ha 62 anni e risiede in un comune della provincia modenese. Non si esclude possa essere l'autrice di altre scritte comparse in questi mesi. Nella stessa zona era stata imbrattata la sede Ausl e più recentemente anche le plance per i manifesti elettorali.

"Il Comune condanna l'atto vandalico che, come altri analoghi in passato, denota disprezzo per l’intera comunità. Oltre ai danni materiali a una scuola, infatti, è necessario valutare anche l'offesa verso chi si sta impegnando per garantire un esercizio sereno del diritto al voto - si legge in una nota dell'Amministrazione, che negli ultimi anni si è sempre costituito parte civile in procedimenti penali relativi a vicende in cui attivisti no vax sono stati denunciati per aver deturpato beni pubblici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid no-vax sui muri della scuola sede di seggio, attivista bloccata nella notte

ModenaToday è in caricamento