Tentano un allacciamento elettrico abusivo, due nomadi restano folgorati

Due nomadi sono finiti in ospedale a Carpi e poi sono stati denunciati dai Carabinieri. Uno è stato tratto in arresto per l'evasione dai domiciliari

Stanotte i carabinieri della Compagnia di Carpi hanno denunciato a piede libero un nomade residente in un campo cittadino, protagonista di un nuovo tentativo criminale finito male. L'uomo ha lasciato la roulotte dove era per altro detenuto agli arresti domiciliari per pregressi furti e nel tentativo di rubare della corrente elettrica dai vicini contatori dell’Enel, ne è rimasto folgorato.

Il 35enne di nzionalità italiana è stato medicato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Carpi, da dove è stato dimesso con alcuni giorni prognosi.

Dovrà rispondere di evasione e tentato furto aggravato. In concorso con quest’uomo ne è stato denunciato un altro, che dovrà rispondere di tentato furto aggravato di energia elettrica, e che nella stessa circostanza è rimasto ugualmente ustionato dal cortocircuito. Si tratta di un 25enne che vive nel medesimo campo nomadi e che anch’egli, all’esito delle cure in ospedale ha riportato giorni di prognosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento