rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Sassuolo

Magistrati al contrattacco, gli “Intoccabili” di Sassuolo tornano agli arresti

Dopo il ricorso accolto dal Riesame di Bologna, Rocco Ambrisi e Adamo Bonini tornano ai domiciliari. I Pm non richiedono invece nuove misure per due dei tre Carabinieri coinvolti nell'inchiesta. Confermato il sequestro di 1,8 milionni di beni

All’alba di oggi la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Modena hanno eseguito tre nuovi provvedimenti cautelari personali emessi dal GIP del Tribunale di Modena. Si tratta di misure rivolte a tre delle cinque persone coinvolte nell'operazione “The Untouchables”, sull'attività di estorsione e usura facente capo alla famiglia Ambrisi e ad Adamo Bonini, nel distretto ceramico di Sassuolo.

Le nuove misure cautelari sostituiscono le precedenti, annullate da parte del Tribunale del Riesame di Bologna in data 20 ottobre dopo che erano stati evidenziati alcuni vizi di forma che avevano portato alla revoca della misura degli arresti domiciliari nei confronti di Bonini e Ambrisi, nonché di quelle coercitive nei confronti di tre appartenenti all’Arma dei Carabinieri.

Tuttavia, rispetto al provvedimento originario, per due degli appartenenti all’Arma dei Carabinieri, tra i quali l’Ufficiale in congedo, non è stato ritenuto necessario l’emissione di un nuovo provvedimento per il venire meno delle precedenti esigenze cautelari.

Parallelamente al ricorso contro le misure personali, Bonini e Ambrisi. hanno anche proposto, però senza successo, un ricorso contro le misure patrimoniali adottate nei loro confronti dallo stesso GIP del Tribunale di Modena, che hanno portato al sequestro preventivo, per sproporzione tra redditi dichiarati e patrimonio disponibile, di conti correnti e titoli per un valore di oltre 1.800.000 euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magistrati al contrattacco, gli “Intoccabili” di Sassuolo tornano agli arresti

ModenaToday è in caricamento