rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Modena Est / Via dell'Industria, 33

Nuova occupazione "a tempo", il collettivo Guernica all'ex GB Ricambi di Modena Est

Gli antagonisti si sono insediati nello stabilimento abbandonato di Modena Est. Due giorni di occupazione che si concluderanno domenica mattina, per lanciare un messaggio sugli spazi degradati e il loro riutilizzo

Ieri pomeriggio il collettivo Guernica ha fatto partire l'iniziativa preannunciata attraverso i propri canali social: la nuova occupazione di uno spazio abbandonato. L'edificio prescelto è stato l'ex stabilimento della GB Ricambi, situato in via dell'Industria, nella zona artigianale di Modena Est. Lo stabile, un complesso di edifici di dimensioni notevoli, giace inutilizzato dall'anno 2009, data in cui l'azienda metalmeccanica si trasferì con tutti i propri 700 dipendenti nella nuova sede di Nonantola. Da otto anni, dunque, l'area giace in stato di completo abbandono, con tutto ciò che ne consegue.

Rispetto alle passate esperienze, il centro sociale modenese ha però virato strategia. Non più un'occupazione "stabile", ma un'iniziativa temporanea, di soli due giorni. I membri del collettivo sono infatti entrati nell'edificio ieri pomeriggio e hanno pulito una serie di ambienti, allestendo poi gli spazi per una festa serale cui hanno preso parte diversi giovani. Lo stesso accadrà anche questa sera, ma domenica mattina il Guernica ha già annunciato che lascerà i capannoni.

Una scelta che, pur rimanendo illecita sul fronte dell'occupazione abusiva di un edificio privato, tende ancora di più a sottolineare le motivazioni del gesto e diminuisce sicuramente l'impatto sul fronte dell'ordine pubblico. Vista la dichiarata intenzione di sgomberare l'edificio in poche ore, infatti, la Questura non pare intenzionata ad intervenire e non ha neppure presidiato l'area.

Le rivendicazioni del collettivo - guarda il video

Intanto le pareti dell'edificio si sono riempite si graffiti e scritte che riportano gli slogan del Guernica. Uno su tutti: "Occupare, riqualificare, autogestire". Un chiaro messaggio all'Amministrazione e alla politica cittadina, che proprio in questi mesi sta aspramente dibattendo sul tema del recupero degli edifici abbandonati o sfitti. Il collettivo denuncia così  quella che ritiene essere la strategia pianificata di lasciare alcuni luoghi all'abbandono per ragioni di speculazione edilizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova occupazione "a tempo", il collettivo Guernica all'ex GB Ricambi di Modena Est

ModenaToday è in caricamento