rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Piazzale dell'Autostazione

Nuovi abbonamenti, odissea per i viaggiatori Seta

Code e litigi tra i viaggiatori esasperati alla biglietteria Seta. La conversione degli abbonamenti sta gettando nel panico l'azienda del trasporto pubblico locale, che corre ai ripari potenziando i servizi

Il nuovo sistema integrato regionale “Mi muovo” pare già tradire sé stesso, almeno stando alle file interminabili agli sportelli delle biglietterie Seta di Modena, che di muoversi non sembrano avere la minima intenzione. Il cambio degli abbonamenti e dei biglietti reso necessario dall'adeguamento allo standard comune emiliano aveva creato qualche grattacapo politico e molti di più ne sta creando ai viaggiatori.

É il consigliere comunale Nicola Rossi, l'ex leghista oggi promotore di Modena Futura, che riporta e fa propria la segnalazione di un cittadino modenese, coinvolto nell'odissea di questi giorni nella biglietteria dell'Autostazione, dove si è reso necessario anche l'intervento della Polizia per placare gli animi. “Chi aveva l’abbonamento annuale e mensile vecchio, da mesi poteva mettersi avanti. Gli altri invece no. La campagna pubblicitaria di Seta c'è stata, innegabile, seppure il risultato prodotto sia stato del tutto insoddisfacente al punto da ritenere che dovevano essere utilizzati canali più incisivi per spiegare come gestire il cambiamento”, spiega Rossi.

Il personale della biglietteria ha avuto un corso di cinque ore di formazione. Alla prova dei fatti insufficiente, al punto che parte delle lungaggini allo sportello erano dovute alla poca dimestichezza del personale con i nuovi sistemi. Nell'atrio hanno tolto le sedie. File di due ore e mezzo per arrivare allo sportello. Non si potevano mettere i distributori di biglietti con il numero?”. Domanda legittima, che evidentemente si è posta, seppur in ritardo, anche la stessa Seta, che ha comunicato un potenziamento dei servizi al pubblico per la conversione degli abbonamenti.

Ma oltre ai problemi contingenti vi è una questione più sostanziale, che ha fatto nascere molti malumori. Il nuovo sistema di abbonamento ha infatti tre modalità: annuale, mensile e dieci corse. “É invece sparita – prosegue Nicola Rossi – la modalità più adatta per chi utilizza frequentemente il mezzo pubblico pur non con rigida regolarità: paghi se usufruisci del servizio e più lo usi maggiore sarà lo sconto. Sembra che la risposta sul perché non sia più possibile questo ottimo metodo, sia che Modena abbia dovuto adeguarsi al sistema regionale, che non lo prevede. Ma se Modena utilizzava la modalità migliore, non sarebbe stato opportuno che fosse il sistema ad adeguarsi a Modena?”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi abbonamenti, odissea per i viaggiatori Seta

ModenaToday è in caricamento