rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Omicidio Alice Neri, ammessi nuovi reperti. Trovato un fazzoletto con dna maschile

Continuano le indagini per la morte di Alice Neri. Oggi durante l'incidente probatorio sono state ammesse nuove prove, ma l'Avvocato della famiglia della vittima non ci sta e chiede più rispetto per Alice: "ci sono indizi più pregnanti su cui concentrarsi"

Continuano le indagini relative alla morte di Alice Neri, la 32enne di Ravarino il cui cadavere è stato ritrovato carbonizzato nelle campagne di Concordia il 18 novembre scorso. Oggi, in Tribunale a Modena erano presenti per l'incidente probatorio avvocati e consulenti delle parti, che hanno chiesto e ottenuto l'ammissione di nuovi reperti emersi durante i più recenti sopralluoghi.

Nuove richieste arrivano dalla squadra che assiste Nicholas Negrini - marito di Alice indagato come atto dovuto sin dall'inizio della vicenda -, composta dall'Avv. Antonio Ingroia e, in qualità di consulenti, dal Generale Garofano (ex comandante dei Ris di Parma) e dalla criminalista esperta in scienze forensi Katia Sartori. Oltre ai due mozziconi di sigaretta di cui già si era parlato nel corso dell'ultima udienza, oggi è stato ammesso un nuovo reperto: si tratta di un fazzoletto di carta, recentemente rinvenuto in un'intercapedine tra lo pneumatico parzialmente combusto e il parafango dell'auto di Alice. Su tale fazzoletto, ancora non analizzato integralmente, la difesa di Negrini avrebbe rinvenuto dna maschile in seguito ad una piccola campionatura. Per Katia Sartori si tratta di "un reperto di estremo interesse investigativo". Lo stesso team ha chiesto e ottenuto in data odierna che vengano analizzati gli anelli che indossava Alice al momento della morte e le maniglie della macchina; oltre che l'esame tricologico dei capelli della vittima per verificare l'eventuale presenza di tracce di sostanze stupefacenti.

Anche secondo l'Avv. Roberto Ghini - difensore di Mohamed Gaaloul, che ora si trova in carcere come principale indiziato dell'omicidio - il fazzoletto potrebbe essere un reperto interessante: "visto che di dna in quella scena pare che ce ne sia, e non necessariamente riferibile al mio assistito, potrebbe essere interessante scoprire di chi è quel dna". "Per come stanno andando gli incidenti probatori noi siamo abbastanza soddisfatti" ha affermato Ghini "sono emerse novità che non posso rivelare in questa sede perchè emergeranno formalmente nella prossima udienza". Per attendere l'esito delle sei perizie attualmente in corso, bisognerà attendere il giugno prossimo.

Si mostra invece più reticente rispetto alle nuove prove ammesse l'Avv. Cosimo Zaccaria, legale della famiglia Neri, il quale ribadisce che "ad oggi sia il quinto mese a fronte del quale ancora l'attuale indagato Gaaloul non ha fornito una risposta nè sul motivo per cui si fosse allontanato all'estero, nè sulla sua presenza in auto nè relativamente all'andamento della serata". Il legale si dichiara infatti "basito", rispetto alla continua ricerca di prove: "sono stupito dal fatto che oggi sia stato richiesto un incidente probatorio su del materiale che non era neanche idoneo e sufficiente ad essere vagliato", e aggiunge che "questo modo di procedere a tentoni sta creando del disagio rispetto alla vittima, che è sottoposta ad ogni tipo di violenza persuasiva e invasiva da cinque mesi a questa parte". Così facendo infatti, secondo Zaccaria "non si sta consentendo di celebrare un funerale a questa persona, quando altro dovrebbe essere chiarito". L'Avvocato si riferisce a delle precise tracce biologiche della vittima che sarebbero state trovate su oggetti appartenenti a Mohamed Gaaloul: "mi sembra che sia stato trovato, ad esempio, il dna di Alice sul portafoglio, sulla tracolla del signor Gaaloul, quindi forse sarebbe meglio concentrarsi su qualcosa di più significativo che disquisire sul capello od altro".

VIDEO | Il "terzo uomo" del caso Alice Neri non sarà indagato, alibi "inattaccabile" 

Omicidio Alice Neri, periti e consulenti al lavoro. Pantaloni e smartphone i reperti chiave

Omicidio Alice Neri, "Si può ipotizzare il movente sessuale"

Omicidio Alice Neri, sentiti i testimoni. Pioggia, macchie d'olio e una macchina dal meccanico

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Alice Neri, ammessi nuovi reperti. Trovato un fazzoletto con dna maschile

ModenaToday è in caricamento